Situazione scuole. Riapre il Pessina e riapre solo parzialmente il liceo scientifico

/ Autore:

Cronaca, Società


Tra una scuola che riapre (dopo 4 anni di lavori) e un’altra che è stata chiusa per un brevissimo periodo e riapre in maniera “straordinaria”, per far proseguire l’anno scolastico ormai entrato nel vivo ai tanti studenti.

La prima riguarda il “Pessina”, che ha ufficialmente riaperto i battenti, dopo i lavori terminati alla fine del 2014. Una riapertura che doveva avvenire subito dopo l’Epifania, ma con il freddo dei giorni antecedenti al 7 gennaio, il sindaco Gianfranco Coppola volle posticipare la riapertura dell’edificio al lunedì 12 dello stesso mese. E ieri il taglio del nastro con la presenza del dirigente scolastico Maria Mingolla e i diversi bambini festanti nel poter accogliere una struttura tutta messa a nuovo e molto importante per la città di Ostuni.

Situazione tutt’altro che positiva, invece, al Liceo Scientifico “Ludovico Pepe”, dove da qualche giorno i ragazzi, secondo l’ordinanza del sindaco, non sono andati a scuola, a causa dei lavori esterni di ristrutturazione, nella quale la polvere e a cui si aggiunge anche il freddo, stanno prendendo il sopravvento. Anche ieri la scuola è rimasta chiusa, nonostante il sopralluogo da parte del sindaco e dell’assessore ai Lavori Pubblici, Paolo Pinna, a cui era assente, però il Presidente della Provincia, Maurizio Bruno. Anche l’ipotesi di un possibile trasferimento al Vitale è stato scartato immediatamente da entrambe le parti.  Intanto dalla convulsa giornata di ieri ci sono due novità. Il sindaco ha emesso un’ordinanza con il “ripristino immediato delle attività scolastiche presso il Liceo Scientifico, limitatamente agli ambienti situati al piano terra dell’immobile, previa l’adozione da parte di ciascuno degli organi competenti di tutti gli accorgimenti per mantenere gli stessi ambienti in condizione di sicurezza ed isolati dal cantiere”. La seconda novità è che dal consiglio d’Istituto convocato dal dirigente Annunziata Ferrara, con la quale è stato deciso, in base all’ordinanza del sindaco Coppola, di utilizzare le classi, 12 in tutto, del piano terra, e di far frequentare (fino ai ragazzi del quarto anno) fino a sabato le aule a giorni alterni, fatta eccezione delle quinte, che svolgeranno per tutti i giorni le lezioni. Sabato la ditta che sta effettuando i lavori di ristrutturazione dovrebbe terminare, e così dalla prossima settimana i ragazzi del biennio e triennio potranno usufruire anche delle aule del piano superiore dell’edificio. Si riprende a studiare, ma i dubbi e le incertezze restano.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?