La denuncia di don Paolo Zofra: “Ci deve scappare il morto perché qualcuno si prenda le sue responsabilità?”

Riceviamo e pubblichiamo:

Da tempo vado segnalando sia al Sindaco che al Comandante della Polizia Municipale di Ostuni l’inciviltà di molta gente che parcheggiando le loro auto dove meglio credono rendono impraticabili le vie anche ai mezzi di soccorso. Mi riferisco alle stradine della zona storica ottocentesca dietro il Santuario dei Santi Medici Cosma e Damiano di Ostuni. Una signora, questa mattina di Domenica 8 febbraio, mi ha segnalato un gravissimo episodio verificatosi questa notte, intorno alle ore 3. È stato chiamato il 118 per una richiesta di soccorso in Via Quinto Manlio Corrado e i sanitari si sono trovati la strada ostruita dalla sosta selvaggia di indisciplinati automobilisti. L’ambulanza, dopo aver più volte ripercorso le strade attorno all’isolato, ha sostato per circa un’ora in Via D. Manin (vicino alla fontana) e i sanitari si sono visti costretti a prestare soccorso “a distanza” dalla casa della suddetta signora. Mi chiedo: “E se la signora fosse morta, per l’inciviltà della gente, chi si sarebbe stata la colpa? Chi ne avrebbe pagato le conseguenze? Spero che questo increscioso episodio, come tanti altri che accadano anche in pieno giorno e alla “luce del sole”, dia una svolta a questa situazione.

Don Paolo Zofra

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.