Nuove Proposte, Elio Greco: "Da 40 anni impegnato a portare il nome di Martina Franca nel mondo"

/ Autore:

Società


Il presidente della Fondazione Nuove Proposte, l’avvocato Elio Michele Greco, in una lettera indirizzata alla città, parla del suo impegno per Martina Franca, per darle visibilità sia a livello nazionale che internazionale:

Compiuti gli 87 anni, ritengo opportuno e saggio affidare ad altri i molteplici progetti culturali che la fondazione Nuove Proposte, da me istituita, ha portato avanti e porta avanti da oltre quarant’anni. Progetti pensati e realizzati con la collaborazione preziosissima e determinante di piccoli e grandi amici a Martina, in Puglia, in Italia ed all’Estero. Con questa mia nota mi rivolgo agli amici martinesi. Martina Franca, la città dove ho deciso di trascorrere la mia vecchiaia, mi ha sempre ed altamente onorato.

Agli inizi degli anni ’70, quando nacque Nuove Proposte, tra gli amici più vicini c’erano l’allora Sindaco della città Alberico Motolese, l’allora Ministro Senatore Giulio Orlando, il nostro Arcivescovo Monsignor Guglielmo Motolese, il Senatore Sebastiano Carucci, l’Onorevole Giuseppe Caroli, l’Avvocato Giovanni Margiotta (co-fondatore nel 1945 della Democrazia Cristiana nel Salento, nel tarantino e in particolare a Martina Franca), l’Avvocato Michele Carrieri che all’epoca fondò a Martina il primo Sindacato Libero Italiano, gli Avvocati Giovanni Chisena e Luigi Desiati, entrambi Pretori Onorari, il Professor Michele Pizzigallo, storico, saggista e docente di Storia e Filosofia, il Commendator Giovanni Matera, il Sindacalista Vincenzo Angelini e l’indimenticabile amico di sempre Matteo Marseglia, il Professor Franco Punzi, all’epoca Vice Sindaco della città, gli allora Assessori Michele Ruggieri e Antonucci Silvestri, e principalmente i Professori Giuseppe Chiarelli non ancora Giudice Costituzionale e Giacomo Giacobelli Segretario Generale del Comune di Bari e, quindi, il Giornalista Lorenzo D’Arcangelo, grazie al quale Nuove Proposte riuscì a dialogare con la società civile di Martina Franca e non solo di Martina Franca e con il mondo giornalistico italiano.

Martina Franca ha risposto a questo mio impegno onorandomi altamente. Se il Presidente della Repubblica Carlo Azelio Ciampi mi ha ritenuto meritevole di attenzione conferendomi una delle più alte onorificenze della Repubblica, quella di Grande Ufficiale, il Sindaco di Martina Franco Palazzo mi ha conferito la più alta onorificenza cittadina, quella di Patriae Decus, affiancando il mio nome a quelli di Stefano Raguso, Guglielmo Motolese, Paolo Grassi, Gioconda Devito……

Questo è il motivo per il quale con animo lieto e grande convinzione testimonio il mio amore per Martina, per le sue bellezze, i suoi beni culturali, le sue tradizioni e principalmente per i martinesi. Sono orgoglioso del fatto di aver portato alto il nome di Martina per quarant’anni in tutto il mondo, da New York a Montreal, da Pechino a Nuova Delhi, da Tunisi a Tripoli, da Parigi a Londra, da Bruxelles a Dubrovnik e recentemente a Mosca. Vivo tra la gente, frequentando i pubblici esercizi, ho un contatto diretto con i martinesi, quelli autentici, che esprimono al meglio la nostra civiltà ed è a loro, alla gente del popolo che mi ferma per strada e dialoga con me, che riservo in modo particolare il mio affetto e la mia stima.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?