Raccolta piogge, consegnati i lavori per via Ostuni e via Leone XIII. Presto anche un parco giochi

/ Autore:

Politica, Società


Sono stati consegnati i lavori per il completamento dei recapiti finali delle condutture delle acque meteoriche su via Leone XIII (angolo via Taranto) e via Ostuni. Di seguito nota della segreteria del sindaco di Martina Franca:

I progetti, che saranno realizzati dalla ditta GRL cave e conglomerati, prevedono il completamento delle opere accessorie relative alle vasche di trattamento già realizzate in un precedente appalto (non completato a causa della rescissione contrattuale in danno con la precedente ditta che, all’epoca, si era aggiudicata i lavori) e la sistemazione di entrambe le aree.

Per via Ostuni è previsto anche il completamento del muretto a secco del lato est e la pulizia del canale di scolo delle acque. L’area di via Leone XIII sarà, inoltre, delimitata da un muretto e all’interno sarà realizzata un’area a verde con piante autoctone, impianto di irrigazione, arredo urbano (panchine e altri arredi), impianto di illuminazione e area giochi per bambini. Saranno anche sistemate le strade adiacenti alla zona di intervento, compresa via Taranto.

“Con questi interventi poniamo fine ad una lunga situazione di stallo che per anni non ha permesso di ultimare i lavori in due zone di ingresso alla nostra città: dalle ceneri della ferita a cielo aperto di via Taranto sarà realizzato, oltre alla prevista vasca di decantazione, anche un nuovo parco giochi per i bambini di Martina”, dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici Gianfranco Palmisano.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


1 Commento

E tu cosa ne pensi?


Commenti

  • michele ha detto:

    Perché non prevedete una rotonda all’incrocio fra Via Leone XIII e Via Taranto come quella che sta dalla parte opposta tra Via Locorotondo e Via de Gasperi? Si toglierebbe quel semaforo con le sue attese interminabili. Stesso discorso potreste fare all’incrocio fra Via Ostuni e Via De Gasperi. Facendone una anche all’altezza di Cassano si riuscirebbe a far attraversare Martina senza incontrare un semaforo. Potrebbe essere una piccola circonvallazione in attesa di quella prevista dalla 172 che sono 30 anni che si deve fare ma di cui non si vede neanche l’inizio.