Green tour: Locorotondo eccelle nella qualità dell’aria

/ Autore:

Società


Lo scorso febbraio (leggi qui) avevamo dato la notizia della partecipazione del comune di Locorotondo  al Green Tour  organizzato  da Peace Link e dal Cetri. Questo progetto aveva come scopo quello di promuovere le buone pratiche ambientali, prima fra tutte l’individuazione di “oasi” di benessere caratterizzate da aria che abbia “standard di qualità eccellenti”. Il tour puntava ad individuare i cosiddetti “comuni virtuosi”. Nel tour sono state scattate foto e girati video, raccolti dati ambientali e costruite mappe che mettevano insieme la bellezza del paesaggio e la qualità dell’aria. Sono state così individuate porzioni di territorio a zero IPA (idrocarburi policiclici aromatici), adatte ad ospitare strutture dedicate ad attività all’aria aperta sia per l’infanzia sia per tutta la famiglia.

Le località pugliesi toccate sono state Alberobello, Cisternino, Locorotondo, Martina Franca, Ostuni, Conversano, Fasano, Monopoli, Noci, Polignano, Putignano, Marina di Lizzano, Marina di Maruggio, Manduria, Gallipoli, Melpignano, Otranto, Lecce (Oasi Wwf Le Cesine, Bosco Rauccio), Brindisi (Torre Guaceto), Trepuzzi (Boschetto San Vito).

In tutto sono state effettuate 3100 misurazioni della qualità dell’aria mediante l’analizzatore portatile di IPA (idrocarburi policiclici aromatici) Ecochem PAS 2200 CE.

Nei 31 punti di misurazione della qualità dell’aria in 23 siti la strumentazione ha registrato “zero IPA”. Quindi nel 74% dei siti la qualità dell’aria è risultata particolarmente buona e in alcuni casi eccellente. In altri termini in alcuni siti monitorati vi sono state misurazioni in cui l’inquinamento da IPA (che sono cancerogeni) è risultato “zero”.

Livelli di eccellenza sono stati toccati a Locorotondo (via Garibaldi), Alberobello (Bosco Selva), Monopoli (Bastione Santa Maria), Marina di Lizzano (fiume Ostone), Otranto (Monumento ai Martiri), Lecce (Bosco Rauccio), Manduria (San Pietro in Bevagna).

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?