Consiglio comunale: art bonus e nuovo regolamento della Polizia municipale. Il punto di vista di Vito Speciale

/ Autore:

Politica


Ieri pomeriggio si è svolto nella sala del Palazzo Comunale il consiglio comunale sotto la guida del sindaco Tommaso Scatigna. 9 sono stati i punti all’ordine del giorno discussi nella seduta, varie delibere, tutte approvate, tranne una, quella relativa al censimento dei soprassuoli percorsi dal fuoco nell’ultimo quinquennio. Questa  è stata rinviata dopo aver presentato un ordine del giorno nel quale si formulava una richiesta di chiarimenti alla Forestale e alla Regione per quanto concerne l’interpretazione del  concetto di “limitrofo”.

Abbiamo ascoltato Vito Speciale, consigliere e capogruppo di maggioranza sulle due delibere da lui  presentate nell’assise di ieri.

“Noi abbiamo approvato a fine novembre il nuovo regolamento della Polizia Municipale. Ieri si è discusso principalmente dell’articolo 46. In questo articolo si parla di gradi, nel vecchio regolamento si prevedeva una sorta di scalata di grado tramite permanenza nel corpo di Polizia locale. Con la modifica di ieri invece, aldilà della permanenza la scalata di grado si ha solo per anzianità: con 20 anni di servizio si diventa maresciallo ordinario, con 25 maresciallo capo ecc. Quindi, i gradi di maresciallo saranno in funzione esclusivamente dell’anzianità”.

Altra proposta del consigliere Speciale è stata la delibera riguardante l’Art bonus decreto fortemente voluto dal capogruppo di maggioranza e approvato all’unanimità.

“Visto che comunque qui a Locorotondo c’è una azione sinergica tra pubblico e privato che è sotto gli occhi di tutti, stiamo cercando di rigenerare, rivalutare diversi spazi pubblici: aree verdi, parchi giochi, aie. Noi vogliamo continuare questo percorso prendendo al balzo il decreto Franceschini per dare la possibilità ai cittadini privati o comunque associati in qualsiasi forma (associazioni, società, ecc.)  a scomputo del premio di imposta, di elargire somme al Comune per la manutenzione o restauro di beni culturali come chiese, teatri, auditorium ecc. A breve, dopo che verrà pubblicata questa delibera di consiglio faremo un avviso pubblico dove chiunque interessato possa  manifestare  il proprio coinvolgimento”.

 


commenti

E tu cosa ne pensi?