S.S 172 in attesa di VAS e sovraintendenza

/ Autore:

Cronaca



Pubblichiamo un comunicato ricevuto dalla Regione Puglia  relativo ai lavori di ammodernamento della SS 172.

L’ammodernamento e messa in sicurezza della strada statale 172 Fasano-Laureto al centro delle audizioni che si sono svolte in quinta Commissione presieduta da Filippo Caracciolo.

La richiesta di ascoltare i soggetti preposti alla realizzazione del progetto è stata avanzata dal consigliere regionale del Pd Fabiano Amati a seguito della costatazione di un “rimpallo di competenze tra Comune di Fasano e Regione Puglia e il mancato parere della Direzione regionale dei Beni culturali”.

Lo scopo dell’audizione era quello di fare chiarezza in merito ai pareri che ad oggi non sono ancora pervenuti, ma che erano stati chiesti da ANAS nell’ultima conferenza dei servizi avvenuta nel mese di settembre.

Secondo quanto riferito dal responsabile ANAS del procedimento dell’intervento infrastrutturale, il progetto definitivo è stato già redatto nonostante manchino ancora il parere della Sovraintendenza dei Beni culturali e la Valutazione ambientale strategica, elementi necessari per portare all’approvazione definitiva del progetto e passare alla successiva fase esecutiva.

Per il Comune di Fasano era presente il sindaco Lello Di Bari, mentre la Regione era rappresentata dal dirigente dell’Assessorato alla qualità dell’ambiente Antonello Antonicelli. Durante il confronto e dopo avere ammesso entrambi che in questi mesi c’è stata una copiosa corrispondenza tra gli uffici comunali e regionali, è emerso l’impegno da parte della Regione di fornire entro dieci giorni, il parere positivo sulla valutazione del procedimento.

ANAS ha anche precisato di avere già effettuato i relativi campionamenti e monitoraggi sul piano di utilizzo delle rocce, ma ha anche sottolineato che prima di procedere alla pubblicazione del bando di gara è necessario il parere definitivo della Sovraintendenza, utile per conseguire l’intesa Stato-Regioni e il relativo decreto ai fini della realizzazione delle opere di interesse nazionale.


commenti

E tu cosa ne pensi?