Coletta: “Soddisfatto dai risultati del weekend sportivo. Scontri inammissibili in Martina-Lecce”

/ Autore:

Sport


Un weekend di sport a 360 gradi a Martina Franca, con la perla della salvezza del Martina in Lega Pro. Di seguito dichiarazione dell’Assessore allo Sport, Stefano Coletta:

“Sono molto soddisfatto della partecipazione registrata agli eventi sportivi lo scorso fine settimana. L’afflusso di tante persone giunte in città per le molteplici iniziative, sia culturali che sportive, ha permesso anche alle strutture ricettive, in particolare quelle enogastronomiche, di registrare buoni risultati.  Questo ci induce a continuare nella nostra missione di fare di Martina una città aperta che continuerà a candidarsi a tutti gli eventi sportivi che le associazioni e le federazioni vorranno realizzare sul nostro territorio.

Dal punto di vista sportivo, mi complimento con la squadra juniores dello Sporting Club Martina Franca, che ha vinto la finale regionale disputata nel nostro Palazzetto lo scorso venerdì, e con la Due Esse Basket che, con una squadra di giovani promesse, è arrivata a disputare i play off ad Agropoli seguita, tra l’altro, da una numerosa tifoseria martinese che non esita mai a far sentire il proprio sostegno, anche in trasferta. Ottimo risultato anche quello dell’AS Martina 1947 che ha ottenuto la salvezza con due giornate di anticipo e la permanenza in Lega Pro. Vorrei anche complimentarmi per la bellezza della coreografia realizzata dai tifosi che, in diretta nazionale, hanno esibito i simboli della nostra città.

Se da una parte sono molto contento della partecipazione a tutte le iniziative, dall’Arcimarcia, alle gare europee di Muay thai e alla Coppa Puglia 2015 di danza sportiva, non posso esimermi dal condannare fermamente quanto accaduto nelle ore che hanno preceduto la partita calcistica: non è ammissibile che ancora nel 2015 possano accadere fatti cosi gravi soprattutto se dovesse essere dimostrata la premeditazione da parte di pochi imbecilli venuti a Martina Franca per terrorizzare la città e non per seguire un semplice incontro di calcio”.


commenti

E tu cosa ne pensi?