Forza Italia. Iurlaro: “Espulsione dal partito per vicesindaco, assessore e vicecommissario”

/ Autore:

Politica



OSTUNI – Sono terminate da poco le elezioni per eleggere il nuovo consiglio Regionale pugliese, che ha visto la netta vittoria di Emiliano e del Partito Democratico, a fronte anche di una destra divisa e litigiosa, e c’è chi ancora non ha digerito la sconfitta. Il sen. Pietro Iurlaro, infastidito dal comportamento del vicesindaco Guglielmo Cavallo, dell’assessore Marilena Zurlo e del vicecommissario cittadino di Forza Italia Gianbattista Farina che, secondo quanto sostenuto dallo stesso Senatore in un comunicato stampa, hanno sostenuto pubblicamente un candidato di una lista opposta allo schieramento di Forza Italia.

Nella mattinata di oggi – si legge nel comunicato – in qualità di commissario cittadino di Forza Italia Ostuni, ho inviato una nota al commissario Regionale di Forza Italia on. Luigi Vitali per suggerire l’immediata espulsione dal partito del vicesindaco Guglielmo Cavallo, dell’assessore Marilena Zurlo e del vicecommissario cittadino di Forza Italia Gianbattista Farina. A detta del sottoscritto – continua Iurlaro – appare inaccettabile che tre esponenti di spicco di Forza Italia abbiano pubblicamente e deliberatamente sostenuto la candidatura di un candidato di una lista di opposto schieramento, piuttosto che appoggiare i candidati della lista di Forza Italia come giustamente fatto dai membri del direttivo Rosario Fichera, Alberto Nacci e Luigi Francioso coordinati dal consigliere Comunale Guido Milone, che invece ringrazio per l’importante risultato conseguito in termini di consenso registrato dal partito. La politica, pur bistrattata, richiede ancora quel minimo di osservanza delle poche regole di buona educazione e appartenenza proprie di qualsiasi partito, associazione o gruppo di amici. Per questo – conclude il Senatore – ritengo che l’espulsione rappresenti una scelta opportuna quanto assolutamente necessaria allo scopo di favorire, anche ad Ostuni, il mantenimento di una classe dirigente leale e degna di fiducia”


commenti

E tu cosa ne pensi?