Turismo in Valle d’Itria, Miali: “Su agriturismi no Tasi e Tari ridotta al minimo”

/ Autore:

Politica



Una proposta per non far pagare la TASI agli agriturismi di Martina Franca. Negli scorsi giorni è stato protocollato dal consigliere comunale Martino Miali un odg che nelle intenzioni dovrebbe portare benefici alle strutture ricettive del territorio. Secondo l’ANCI per quanto riguarda la Tari, “un eventuale regime agevolativo potrà essere collegato alla minor produzione di rifiuti di tale attività rispetto ad altre analoghe” o al fatto che “l’apertura è limitata ad alcuni giorni dell’anno o ad alcuni periodi dell’anno. Lo stesso risultato potrà essere ottenuto con l’approvazione di una specifica tariffa”.

Secondo Miali questa sarebbe una mossa da attuare in fretta, “premesso che che nel nostro territorio a grande vocazione turistica vi sono innumerevoli agriturismi e che dal 1 gennaio in quanto fabbricati strumentali all’attività agricola, sono esentati dall’Imu; che gli stessi possono invece essere assoggettati alla Tasi, ma con un’aliquota massima dell’1 per mille”, senza contare che molti Comuni hanno deciso di non applicare tale tributo, con l’odg si impegna il sindaco a non far applicare il tributo della Tasi agli agriturismi e a ridurre al minimo l’applicazione della Tari approvando un regime agevolativo applicando una specifica e minima tariffa.


commenti

E tu cosa ne pensi?