Università dell’Età Libera, mercoledì al Teatro Verdi spettacolo di fine anno

/ Autore:

Società


Il padrone… sono io”, è uno spettacolo che conclude le attività del Laboratorio Teatrale dell’Università dell’Età Libera di Martina Franca per l’Anno Accademico 2014/15. Commedia brillante in tre Atti da una libera rilettura di “Viva i parenti” di Arnaldo Boscolo. Traduzione dal veneziano, riduzione e adattamento dei testi di Tina Semeraro

Martina Franca • Teatro Verdi Mercoledì, 10 giugno • ore 20.30 Sipario ore 21.00

Questa commedia brillante dalla raffinata comicità, è ambientata in una tranquilla cittadina di provincia, dove il famoso oboista Gino Dal Molìn ha deciso di rintanarsi con sua moglie Rosi, sua sorella Gervasio e la cameriera Laura, per sfuggire alla vita movimentata che la sua notorietà gli avevo quasi imposto. Al piccolo nucleo familiare si è aggiunto la giovane Fannj, presa in casa per sottrarla ad una madre e ad un patrigno poco raccomondabili.

Ma una serie di imprevisti piombano sul capo di Gino Dal Molìn, che con costernazione si accorge di non essere più padrone delle proprie scelte. Altri spaccati di vita si inseriscono infatti prepotentemente nel nido di pace dell’oboista, creando scompiglio e situazioni esilaranti, in cui, tra liti e tensioni, Gino si barcamena per riconquistare il terreno perduto, mentre per Fannj sboccio una fresca e romantica storia d’amore.

Personaggi ed Interpreti

  • Il prof. GINO DAL MOLÌN – oboista Gianni Nasti ROSI – sua moglie Angelica Laterza FANNJ – loro figlioccia Claudia Chialà GERVASIA – sorella di Gino Marisa Colucci SILVIO DAL MOLÌN – fratello di Gino Donato Basta OLGA – sua moglie Graziana Petrelli ORAZIO DAL MOLÌN – fratello di Gino Antonio Maggi LOREDANA – sua moglie Elisabetta Tagliente LIBERATA – sorella di Loredana Grazia Marangi Il prof. DENITTIS Ludovico Criacci CLOTILDE – sua moglie Antonella Basta MAURO – loro figlio Cosimo Zigrino RAFFAELLO – patrigno di Fannj Domenico Masciulli LAURA – cameriera, cresciuta in casa Dal Molìn sin dall’infanzia Anna Vita Tamburrano UN VETTURINO Domenico Masciulli DUE COMARI Angela Lupoli e Daniela Nigro

REGIA: Tina Semeraro

Costumi: Francesca Casalino Laboratorio Taglio e Cucito – Università dell’Età Libera Luci e Audio: Associazione “Radice – Ragazzi di Ceglie” Scenografie: Tina Semeraro

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?