Proclamato il lutto cittadino. Festa dello Sport in onore di Alessandro Morricella

Sono in tantissimi a stringersi, anche se virtualmente, attorno alla famiglia di Alessandro Morricella, giovane operaio Ilva deceduto ieri in seguito ad un grave incidente, sul quale sono in corso ancora delle indagini per attribuire eventuali responsabilità, all’interno dell’AFO2. Arrivano senza sosta messaggi di cordoglio e di affetto verso la famiglia. L’amministrazione comunale di Martina Franca ha proclamato il lutto cittadino durante la celebrazione delle esequie, di cui non si sa ancora niente, e ha voluto dedicare, su proposta di Stefano Coletta, l’edizione della Festa dello sport 2015 proprio ad Alessandro Morricella.

Non ci sono parole – è il commento di Coletta pubblicato sul suo profilo facebook -. Solo tanta rabbia e amarezza. Daremo un nuovo senso alla Giornata dello Sport di domenica 14. Alessandro era un calcettista, la giornata sarà in suo onore. A riveder le stelle.“.

Questo il comunicato dell’Amministrazione comunale: “Il Sindaco, la Giunta e il Consiglio Comunale di Martina Franca esprimono profondo cordoglio alla famiglia di Alessandro Morricella, la cui vita, oggi, si è spezzata prematuramente. Ancora una volta piangiamo la morte di un nostro concittadino lavoratore. Una morte sul lavoro apre un dolore grande, il più grande. E’una ferita profondissima che si apre per la consorte e per i loro due figli, per i parenti, per gli amici, per i colleghi di lavoro e per la comunità tutta. L’insanabile contraddizione che continua a sussistere tra i diritti, sanciti dalla nostra Costituzione, al lavoro e alla tutela della salute, esplode di nuovo in maniera lacerante stroncando l’esistenza di un giovane padre lavoratore. Queste tragedie, che purtroppo continuano a caratterizzare la storia del lavoro nelle nostre comunità, devono indurre, definitivamente, a scelte coraggiose e improcrastinabili sull’applicazione delle norme di sicurezza sul posto di lavoro, sui controlli e sugli investimenti che possano garantire ai lavoratori e ai cittadini una vita dignitosa. Ci meraviglia, altresì, che l’incidente mortale si sia verificato in una fabbrica che da anni è sotto osservazione proprio sulla tutela del diritto alla salute da parte delle Istituzioni e delle Autorità competenti. E’ il segno che dobbiamo agire ancora tanto e in modo più efficace per evitare che si ripetano simili eventi che costituiscono un trauma per ciascuno di noi. Rivolgiamo, infine, un pensiero a tutte le vittime del lavoro proprio nel giorno a loro dedicato. L’Amministrazione Comunale, abbracciando la famiglia di Alessandro e interpretando il sentimento di dolore che pervade l’intera città, proclama il lutto cittadino durante la celebrazione delle esequie“.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.