Helen Keller e la cecità a teatro. Dal Lions Club uno spettacolo teatrale

/ Autore:

Società



Di Vito Piepoli

Venerdì 26 giugno a Martina in scena la testimonianza di Helen sordo-cieca in “Anna dei miracoli”. I “Cavalieri dei non vedenti” “knights of blind” Leo e Lions 108 Ab, propongono a Martina Franca uno spettacolo teatrale per dare un seguito a quello che amava dire Helen Keller: “Le cose migliori e più belle di questo mondo non possono essere viste e nemmeno ascoltate, ma devono essere sentite col cuore”. Lo spettacolo metterà in scena la storia, proprio di Helen Keller, colei che, nel 1925, durante una Convention internazionale, sfidò i Lions di tutto il modo a diventare “knights of blind”, appunto “Cavalieri dei non vedenti”. Oggi, a distanza di quasi 100 anni, ad accogliere questa sfida sono i giovani Leo pugliesi che hanno adottato come Tema Operativo Distrettuale proprio quello della cecità.

Organizzatori dell’evento sono i Distretti Leo e Lions 108 Ab, in collaborazione con il Comune di Martina Franca e un plauso va al Club trainer , Leo Club Martina Franca. Si tratta dello spettacolo teatrale “Anna dei miracoli”, che andrà in scena a Martina Franca, venerdì 26 giugno alle ore 20, presso l’incantevole cornice del Chiostro di San Domenico, a cura della compagnia “La Rupe”. L’opera di William Gibson del 1957, ispirata alla storia vera della sordo-cieca Helen Keller, vinse il Tony Award al miglior spettacolo.

Helen Keller è cieca e sorda dalla nascita, e fino all’età di sei anni viene cresciuta dai genitori Kate e Arthur, che assecondano ogni suo capriccio. La bambina arriva così a permettersi qualsiasi cosa, mangia con le mani, distrugge gli oggetti  e così via. Pur amandola molto, il padre e il fratellastro non riescono più a sopportarla. Pensano persino di farla rinchiudere in un ospizio per malati mentali, ma le disperate richieste della madre li convincono a contattare un centro, chiedendo l’invio di una persona che si occupi della scatenata Helen.

Arriva Annie Sullivan, alle prime armi ma molto determinata e segnata da un’infanzia alquanto difficile. Anche lei era cieca, e ha passato diversi anni in manicomio nelle condizioni più disumane. Sin dai primi contatti con Helen si rende conto dell’intelligenza della piccola, vanificata dai continui capricci cui nessuno ha mai opposto resistenza.

Annie decide quindi di imprimere una svolta radicale alla sua vita disordinata, lottando in tutti i modi per insegnarle la disciplina. Questi metodi non sono però apprezzati dai genitori della bambina, i quali non credono che il comportamento della figlia possa migliorare e sono propensi a licenziare l’energica maestra……l’educatrice continuerà a lottare .. contro un muro di indisciplina con la piccola Helen …riuscirà ad averla vinta fino in fondo? .. con il passare dei giorni, la bambina comincia ad accettare alcune restrizioni, beve nel bicchiere, modera le proprie intemperanze e impara l’ubbidienza.

Saranno il cuore, l’amore, il servizio al prossimo i fili conduttori della serata, perché il miracolo che si compie a fine spettacolo non avviene solo per la Keller, ma per tutti i presenti che lasceranno scalfire il proprio cuore comprendendo che la chiave per essere felici è fare il bene e la chiave per affrontare le difficoltà della vita non è evitarle – come all’inizio fanno i genitori benestanti della piccola Helen – bensì affrontarle, fino in fondo, senza tabù. L’associazione teatrale culturale “La Rupe”, che andrà in scena, con sede a Massafra, è nata nell’anno 1996 per volontà di un gruppo di amici, singolarmente impegnati in differenti attività di volontariato e accomunati dalla passione per l’arte della recitazione. Il gruppo, formato da bambini, giovani, adulti ed anziani, è guidato con passione e caparbietà dal direttore artistico, attore professionista e regista, Francesco Casulli.

La sapiente regia di quest’ultimo e le musiche del Maestro Girolamo Di Pace traghetteranno i presenti in un’atmosfera unica. Si vedrà in scena la undicenne Sabrina Carrieri nella parte importante di Helen Keller. Ci sarà la partecipazione straordinaria dell’attrice, nonché socia Leo, Erika Grillo. Anna Sullivan sarà interpretata dall’attrice Valentina Rota. Gli obiettivi dei Lions ben si sposano con quelli de “La Rupe”. Lo scopo fondamentale del gruppo è quello di creare un interessante connubio di “teatro-solidarietà”, ovvero utilizzare la comunicazione scenica facendo di essa uno strumento di sensibilizzazione e di aiuto verso svariate realtà di disagio. Inoltre la volontà di contribuire alla crescita culturale del territorio attraverso l’attività teatrale e le iniziative collaterali e il desiderio di comunicare messaggi positivi all’interno del gruppo e al pubblico.

L’evento, rientra nel T.O.D. (Tema Operativo Distrettuale) “Leo 108 Ab: Cavalieri della cecità” pro Service Lions Cani Guida, la cui delegata distrettuale allo spettacolo è Annalisa Turi. Interverrà Pasquale Lasorsa, vice sindaco di Martina Franca, Giannico Giuliani, Leo Advisor – Lions Club Martina Franca Host, Vita Caroli Casavola, presidente Distretto Leo 108 Ab e Federica Silvestri, presidente Leo Club Martina Franca.

L’ingresso è libero, ma per esigenze organizzative è necessario prenotarsi ai seguenti numeri: 3282728703 – 3394517455 – 3891389878.


commenti

E tu cosa ne pensi?