Concussione. Condannato a tre anni Lino Nessa. Assolto Dell’Anno. Prescritti gli altri

/ Autore:

Cronaca, Politica



L’ex senatore Lino Nessa è stato condannato in primo grado a tre anni di reclusione per concussione per induzione, per la vicenda relativa ad una concessione edilizia per la quale avrebbe chiesto e ottenuto una mazzetta da centomila euro dall’impresa Itacasa. L’ex senatore di Forza Italia è stato anche interdetto per cinque anni dai pubblici uffici e condannato al pagamento delle spese processuali, nonchè al risarcimento dei danni nei confronti di Martino Lodeserto, l’imprenditore edile vittima della concussione, del Comune di Martina Franca e della CLC srl.

Il giudica ha inoltre assolto Camillo Dell’Anno, perchè il fatto non sussiste.

Per quanto riguarda gli altri imputati, Eligio Mutinati, Martino Carbotti, Evasio Montanaro, di Giovanni Simeone e dell’ex sindaco Leonardo Conserva, il reato è andato in prescrizione.

La vicenda risale al 2003: l’Itacasa srl chiede una concessione edilizia per poter costruire, precisamente in via Taranto 57.  Si trattava di una maxilottizzazione, appartamenti ma anche locali commerciali. Nessa, secondo il giudice del Tribunale di Taranto, si sarebbe prodigato nel accorciare i tempi per la concessione, previo pagamento di una tangente di 100.000 euro. Per questa vicenda il gip Ciro Fiore chiese la custodia cautelare per Nessa, all’epoca senatore, e per questo si dovette pronunciare la Giunta delle Elezioni e dell’Immunità parlamentare, nei cui documenti è possibile conoscere i particolari della vicenda.

 


commenti

E tu cosa ne pensi?