Martina Franca. Il PD fa mancare il numero legale. Salta il Consiglio Comunale

/ Autore:

Politica



Un ordine del giorno fatto principalmente di interpellanze presentate dall’opposizione, quello che si sarebbe dovuto celebrare oggi pomeriggio a Palazzo Ducale a Martina Franca. Ma è durato pochissimo, qualche istante, tempo di far notare al Presidente che mancava il numero legale. La maggioranza, decimata da una serie di assenze, tra cui il sindaco impegnato a Roma per la questione della ss 172, era presente solo in nove, e sarebbe potuta andare sotto, considerando che l’opposizione, al completo, è composta da undici consiglieri. Il Pd ha sfruttato questa situazione a proprio vantaggio, perchè appena raggiunto il numero legale per dare inizio al Consiglio, Lafornara, capogruppo Democratico, ha chiesto al presidente la conta. Il Pd, infatti, nel frattempo era uscito fuori dall’aula, rendendo nullo il Consiglio. L’opposizione, è arrivata alla spicciolata quando ormai era troppo tardi per fare alcunchè, tanto che tra i banchi del centrodestra si respirava una certa tensione. Se fossero stati presenti in tempo, avrebbero potuto approvare le loro istanze, tra le quali era presente la richiesta del licenziamento di Mandina, dirigente del settore LLPP.

Martino Miali, UDC, commenta così: “Dopo che per la seconda volta consecutiva la maggioranza fa insediare un consiglio comunale e un attimo dopo fa mancare il numero legale, il sindaco dovrebbe fare l’unico gesto di responsabilità che gli rimane, ossia quello di dimettersi dal suo incarico. Una maggioranza arrogante e insipiente, considerato che all’ordine del giorno vi erano numerosi debiti fuori bilancio di sentenze passate in giudicato che graveranno nelle tasche dei cittadini. Una maggioranza che si vuole sottrarre al confronto sui temi scottanti e che dimostra la sua fragilità politica alla vigilia del bilancio di previsione“.


commenti

E tu cosa ne pensi?