Lavoro, Taranto maglia nera pugliese. Camera di Commercio: nel 2014 10.400 unità finite per strada

/ Autore:

Economia



A Taranto diminuisce ancora il numero degli occupati, con un -6.2% che si traduce in 10.400 unità rimaste per strada. Numeri impietosi quelli riportati dal Corriere del Mezzogiorno, che riprende il report economico 2014 elaborato dalla Camera di commercio di Taranto. Nel documento – vero e proprio specchio della situazione tarantina – i dati sono preoccupanti: peggior dato a livello regionale, tasso di disoccupazione passato dal 15.5 al 18.5%, disoccupazione giovanile impennata al 54.2%. Una situazione che si traduce quindi in un ampio ricorso alla cassa integrazione, con un volume complessivo che si conferma il più alto di tutta la Regione. Nello specifico, il 42,5% del totale delle ore Cig pugliesi è stato destinato a lavoratori jonici.

Per quanto riguarda i settori produttivi invece, commercio e i servizi hanno contribuito nel 2013 al 72.8% della produzione del valore aggiunto provinciale, un dato inferiore di 1,4 punti alla media nazionale (74.4%) e di ben 4.4 punti a quella pugliese (77.2%). E per finire, altro dato estremamente negativo: l’anno scorso la provincia di Taranto è risultata la peggiore area in Italia per andamento del valore aggiunto prodotto a prezzi correnti con una flessione, rispetto al 2013, di circa tre punti percentuali.


commenti

E tu cosa ne pensi?