Acquazzone a Martina Franca. La conta dei danni

/ Autore:

Cronaca



Un acquazzone di pochi minuti con vento forte e grandine, ha causato non pochi danni alla città. Danni ricorrenti, allagamenti ripetuti, sempre nelle stesse zone: via Mottola, nei pressi di due noti centri commerciali, in via della Sanità nei pressi della rotonda con via dello Stadio con due auto quasi sommerse dall’acqua. Alberi spezzati lungo tutta l’extramurale, come dimostrano le immagini, alcune delle quali recuperate da Facebook e un semaforo per terra, abbattuto dal vento, in via Recupero. Da Taranto in arrivo mezzi idrovori per tamponare la situazione.

La definizione “bomba d’acqua” non è pertinente, in questi casi, perchè questi fenomeni metereologici non sono estemporanei ma il risultato di una serie di modifiche al clima per l’inquinamento, l’effetto serra, insomma, dall’uomo. Sono ampiamente prevedibili e la nostra città deve fare pure i conti con una cementificazione selvaggia che ha praticamente chiuso gli sfoghi naturali dell’acqua piovana, come nel caso di via Mottola.


commenti

E tu cosa ne pensi?