Locus festival: il pensiero del sindaco Scatigna sull’atto conclusivo

/ Autore:

Politica, Società


Il videomapping prodotto dall’Audi, uno dei partner del Locus festival 2015, sullo scorcio più bello e noto di Locorotondo, ha chiuso per quest’anno la rassegna che porta nel paese delle cummerse un numero considerevole di persone. Tante hanno visto e partecipato all’atto conclusivo. E tra queste, mimetizzato anche grazie al buio, lunedì 10 agosto, sotto le scarpate di via Nardelli, c’era anche il primo cittadino Tommaso Scatigna. Il sindaco, ha dato dimostrazione una volta di più di essere molto attivo sui social network, affidando a Facebook il suo pensiero sull’evento. «Volutamente in anonimato assoluto, da un angolino a margine di una moltitudine di gente mai vista prima, tra applausi urla di ammirazione e commenti eccezionali rivolti allo spettacolo ed al nostro paese mi sono fermato a riflettere – ha scritto -. Con gli occhi gonfi di lacrime di soddisfazione ed il petto che poco riusciva a contenere il mio cuore, ho rivissuto gli anni che ci hanno portato dalla sperata “rinascita” alla meritata “consacrazione” di Locorotondo! Per un’estate intera, fino all’apoteosi della chiusura di ieri sera, i sentimenti di invidie, maldicenze e rancori sono stati spazzati via dall’orgoglio unanime di essere locorotondesi! Pertanto ringrazio tutti coloro che in egual misura, sforzo e ruolo hanno contribuito a questa straordinaria affermazione del nostro paese! Grazie mia amministrazione, grazie Bass Culture, grazie Ninni! Ma soprattutto ringrazio tutti i miei concittadini! Sentitevi tutti, perché lo siete, partecipi e protagonisti di questa favola! Gioisco per aver adempiuto al mio dovere! Onorato di essere il vostro sindaco! Onorato di essere cittadino della città più bella del mondo!!! Avanti Locorotondo!»

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?