Locus Festival: i ringraziamenti del vicesindaco Antonelli

Concluso da pochi giorni il Festival che ha fatto discutere ed emozionare tutta la Valle d’Itria, e che ha visto tanta buona musica e artisti internazionali  alternarsi nella città delle cummerse, oggi dal suo profilo Facebook il vice sindaco Claudio Antonelli ha commentato  ringraziando i promotori dell’evento e la pazienza della cittadinanza. Infatti si legge :”Mi permetto di utilizzare questa pagina per alcune doverose considerazioni e ringraziamenti. Aspettavo la fine del Locus festival per ringraziare l’agenzia Bass Culture con i loro rappresentanti Gianni, Vincenzo e Mimmo che hanno dimostrato grande professionalità, la Regione Puglia, gli uffici comunali e le associazioni di volontariato che hanno permesso il regolare svolgimento di tutti gli eventi, l’Audi Italia, Ninni Laterza per la sua passione, i collaboratori, tutti i fruitori del festival e soprattutto tutti i cittadini di Locorotondo, soprattutto abitanti del centro storico, che sopportando alcuni disagi dovuti al flusso di turisti e alla diffusione musicale, hanno anch’essi supportato l’evento. Grazie anche a tutte le attività che hanno voluto investire nel festival, trovando in esso fonte di promozione e sviluppo turistico. Questo è un esempio di ottima riuscita di collaborazione tra pubblico e privato, ha vinto il lavoro di squadra e la comunicazione, dove ognuno ha portato avanti il proprio operato secondo le proprie competenze. Dietro ogni singolo evento c’è un lavoro silenzioso, ma molto impegnativo che agli occhi di molti non appare evidente, In questo momento trovo inutile e superficiale parlare di meriti, lo scopo comune deve essere quello di far crescere sempre di più il nostro paese e farlo nella giusta direzione. La nostra amministrazione ha ereditato il festival e ha sentito il dovere di farlo crescere per farlo arrivare a quello che ha dimostrato questa undicesima edizione portando Locorotondo alla ribalta nazionale e internazionale con eventi innovativi e all’avanguardia. Il Locus Festival appartiene alla città intera, dobbiamo continuare a crederci e continuare a farlo crescere perché in un momento difficile come quello che stiamo attraversando, abbiamo l’obbligo morale di tutelare e investire in quello che più ci rappresenta. Non ci resta che darci appuntamento alla dodicesima edizione del Locus Festival!”.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.