Alberobello: un party nella villa sequestrata. Cinque denunce

/ Autore:

Cronaca



Una festa organizzata in un locale sotto sequestro a Alberobello, nella zona a ridosso di Bosco Selva, di inestimabile valore storico e paesaggistico, dichiarata “oasi protetta”. Eppure, nonostante i sigilli vecchi di almeno tre anni, una festa con oltre duecento invitati. Sono scattate le denunce per una una ragazza, organizzatrice della festa, secondo i Carabinieri. Denunciato anche suo padre, custode giudiziario della struttura e comunque accusato di abusivismo edilizio.

I due, secondo la Gazzetta del Mezzogiorno, avevano ceduto a tre persone di Alberobello il locale, che ha anche una piscina. Tutti e tre denunciati per aver disturbato il riposo delle persone.

Nell 2012 sono stati riscontrati lavori (tre palazzine indipendenti e piscina) effettuati non in conformità alle norme urbanistiche e tutti eseguiti abusivamente senza il parere della Soprintendenza. All’epoca furono posi i sigilli a un locale adibito a deposito, tipo seminterrato, con copertura in legno, un gazebo in legno posizionato a bordo piscina, un bilocale ad uso abitativo ricavato dalla trasformazione di una cisterna interrata e di ulteriori gazebo sovrastanti le strutture abitative.

(fonte foto: lagazzettadelmezzogiorno.it)


commenti

E tu cosa ne pensi?