Barrio de Tango. Marcelo Nisinman ad Alberobello per il “Festival Ritratti”

/ Autore:

Società



Riconosciuto erede di Astor Piazzolla, Marcelo Nisinman è il grande protagonista di Barrio de Tango, il concerto che inaugura ufficialmente l’undicesima edizione del Festival Ritratti diretto da Massimo Felici e Antonia Valente. Il noto bandoneonista argentino è atteso mercoledì 19 agosto, alle ore 21, nel chiostro di Palazzo San Martino di Monopoli.

Nisinman, che suonerà con l’Ensemble’05 composto da Federica Vignoni al violino, Massimo Felici alla chitarra, Antonia Valente al pianoforte e Daniele De Pascalis al contrabbasso, proporrà un omaggio al tango che, qualche anno prima di essere ballato da Maria Schneider e Marlon Brando in Ultimo tango a Parigi sulle note del jazzista argentino Gato Barbieri, aveva avuto il suo Sessantotto. Inventore del tango moderno, che in Europa aveva avuto proprio Parigi come cassa di risonanza, Astor Piazzolla ne era stato il profeta indossando i panni del «rivoluzionario» e innovatore capace di togliere quella musica dai bordelli e nobilitarla nelle sale da concerto. Nel 1968 aveva fatto persino di più, costruendo intorno al «pensiero triste che si balla» l’«operita» Maria de Buenos Aires, che nel 2006 Nisinman presentò in un straordinaria ripresa italiana proprio insieme all’Ensemble’05. Adesso tornano a collaborare per un rendez-vous ancora una volta nel nome del compositore argentino di origini pugliesi, del quale il pubblico ascolterà alcune pagine celebri come Concierto Para Quinteto, Michelangelo ’70, Adiós Nonino, Las cuatro estaciones porteñas, Milonga del Angel, Escualo, Oblivion e Francanapa accanto a Hombre Tango e Porquoi tu te leves, pezzi originali dello stesso Nisinman.

RITRATTI MUSIC FESTIVAL – XI edizione – 19|30 agosto 2015

Il Festival Ritratti, giunto all’XI edizione, anche quest’anno ritaglia traiettorie artistiche inedite nel cuore dell’estate monopolitana,e  offre a turisti e al pubblico locale un palcoscenico unico in cui si alternano in una proposta musicale assai ricca ed eterogenea giovani straordinari talenti emergenti, al fianco ed insieme a grandi nomi della scena internazionale.

Nata da un’idea di Antonia Valente e Massimo Felici, rispettivamente alla guida dell’Ensemble’05 e dell’Associazione Musicale Euterpe, realtà pugliesi unite nella promozione e co-produzione dell’iniziativa, la manifestazione-laboratorio quest’anno racchiude una serie di proposte affascinanti, a partire da un agile allestimento monteverdiano, in collaborazione con il Festival dela Valle d’Itria di Martina Franca, che ha dato il via alle anteprime a luglio in attesa del lancio della XI edizione previsto mercoledì 19 agosto. Ritratti 2015  accende i riflettori sul Centenario del Genocidio del popolo armeno con un ciclo di concerti che supera ogni confine di genere, in particolare con le riletture contemporanee di una sterminata tradizione musicale alla quale rende omaggio anche Cristina Zavalloni con un progetto inedito sul grande chansonnier di origini armene Charles Aznavour. Il raffinato tango di Marcelo Nisinman, si alterna al confronto «pittorico» Musorgskij-Brouwer e alla costruzione di una suite tra Settecento e Novecento che il violoncellista Umberto Clerici s’inventa partendo da Bach.


commenti

E tu cosa ne pensi?