Deiezioni canine, Miali (UDC-FI): “Distributori di palette e multe per i trasgressori”

Un giro di vite sul fenomeno delle deiezioni canine lasciate per strada, per tentare di migliorare l’immagine di Martina Franca sia a livello locale che turistico. Il Capogruppo UDC- F.I. Martino Miali ha protocollato questa mattina un ordine del giorno al riguardo:

Premesso che:

  • il decoro, la sicurezza e la vivibilità di una città sono “il biglietto da visita” con cui questa si presenta ai cittadini stessi, ai residenti ed ai turisti italiani e stranieri;
  • persiste un malcostume diffuso tra alcuni proprietari di cani, che durante le quotidiane passeggiate con i loro animali, anche nel centro storico della città, non si curano di rimuovere gli escrementi solidi lasciati sul suolo pubblico;
  • che il suolo pubblico insudiciato dalle deiezioni canine provoca disagi anche ai bambini, non vedenti ed anziani oltre al degrado del territorio comunale;

Tenuto conto che in altre parti d’Italia ed anche all’estero, per esempio in Inghilterra, vi sono pesanti sanzioni per chi trasgredisce non raccogliendo le feci del proprio cane,

Il Consiglio Comunale impegna il Sindaco e la Giunta:

  • a provvedere che i proprietari dei cani, o le persone incaricate della loro conduzione siano munite di apposite palette, sacchetti di plastica o qualsiasi altro strumento idoneo alla raccolta delle deiezioni canine, onde poter rimuovere gli escrementi;
  • a provvedere che gli stessi si occupino di asportare le deiezioni e provvedano alla pulizia del suolo qualora i suddetti animali sporchino le strade, le piazze, i portici, i marciapiedi ed i relativi riquadri delle alberature, gli attraversamenti stradali, gli accessi alle abitazioni, gli spazi prospicienti i negozi, i giardini pubblici e tutte le aree pubbliche in genere o luoghi aperti al pubblico nel territorio comunale;
  • ideare campagne di sensibilizzazione all’uso della paletta, anche mediante l’anagrafe canina;
  • creare una rete di distributori gratuiti di palette-sacchetti da posizionare all’ingresso di giardini pubblici e aree verdi con potenziamento della rete di cestini porta rifiuti.
  • stabilire multe per i trasgressori da comminarsi attraverso il corpo di polizia municipale e/o altro organo di vigilanza.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.