La Sudest AC Locorotondo pronta al debutto in campionato

/ Autore:

Calcio, Sport


Domani, domenica 13 settembre, parte il torneo di calcio di Eccellenza pugliese. Per la Sudest AC Locorotondo debutto casalingo con il Casarano. Questo il comunicato di presentazione della gara diramato dal club blaugrana.  

Riscaldati i motori con gli ottavi di Coppa, la Sudest A.C. Locorotondo è chiamata al primo test di forza in apertura contro la corazzata Casarano, candidata principale alla vittoria finale. Un avversario di spessore per poter cominciare a costruire un percorso senza dubbio interessante. I blaugrana hanno già messo in mostra, facendosi apprezzare dal pubblico del Viale Olimpia, un impianto e un’idea di gioco basata sulla rapidità e sulla qualità in fase offensiva e sulla duttilità del reparto arretrato.
Dopo la presentazione ufficiale in piazza Aldo Moro, per la Locorotondo calcistica è tempo di ricominciare a sostenere i colori della città affollando le tribune e sostenendo i ragazzi di mister Roberto D’Ermilio. Uniti finalmente verso un unico obiettivo e traguardo.

Nella Sudest Locorotondo, il tecnico non dovrebbe avere particolari defezioni. Manzari, Sangirardi e Calefato saranno arruolabili, disponibile anche Leuci in difesa. Turi va verso la riconferma, Sangirardi potrebbe agire a centrocampo con Lanave e Turitto a supporto del tremendo attacco composto da Visconti, Manzari e Ventura.

Nel Casarano di Oliva, l’unica perplessità potrebbe riguardare le condizioni di Vicentin, uscito malconcio dalla trasferta di Coppa ad Otranto. Tra i pali spazio a Casalino con Manisi, Luperto, Sportillo e Melis in difesa. L’ex Monopoli, Salvestroni e capitan Rosciglione agiranno nella zona mediana con Savino e Negro sulle corsie. In avanti la coppia Tedesco-Vicentin.

Arbitreranno Carrer di Barletta coadiuvato da Casula e Giudetti di Taranto.

L’appuntamento, dunque, è per domenica 13 settembre alle ore 15:30 presso lo stadio “Viale Olimpia” per la sfida tra la Sudest AC Locorotondo e il Casarano calcio.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?