Calcio. Antonio Molentino è il nuovo presidente dell’Ostuni Calcio. “Voglio riavvicinare la città al calcio ostunese”

/ Autore:

Calcio, Sport



“Un progetto a lungo termine”, è questo il messaggio principale che il nuovo presidente dell’Ostuni, Antonio Molentino lancia dopo aver rilevato il titolo della società calcistica ostunese. Un progetto in cui il neo presidente vuole coinvolgere in maniera attiva tutta la cittadinanza per far rifiorire il calcio ostunese.

“Il progetto calcistico” – commenta Antonio Molentino “è quello di riavvicinare gli ostunesi e la città al calcio, una partecipazione attiva dei cittadini alla vita calcistica e sportiva ostunese. Un progetto che nasce da una volontà di affermare un discorso completamente diverso rispetto al passato. La squadra di calcio deve essere una cosa di tutti, non del singolo presidente che utilizza la squadra di calcio per fini personali o di notorietà. Il mio obiettivo è quello di realizzare un azionariato popolare, perché solo così una società diventa forte e poi magari si possono cullare progetti ambiziosi. I soldi del Comune, degli sponsor finiscono e non danno una progettualità: questo è il problema prinicipale di una società di calcio. Quello che chiedo è un riavvicinamento della gente alle sorti della squadra di calcio”

Il presidente conferma i tecnici Ciraci e Laveneziana alla guida dei gialloblù: “Per quanto riguarda lo staff tecnico ho confermato Antonio Ciraci e Vincenzo Laveneziana, due personaggi che in questi anni sono stati mortificati dalla città di Ostuni, nonostante siano stati espressioni del calcio ostunese a livello professionistico, visti i loro passati in categorie calcistiche come la Serie B. Questo riavvicinare gli ostunesi al calcio parte dal valorizzare delle figure ostunesi a livello calcistico in ambito professionale. Interverremo sulla squadra e questo dipende non solo dal nostro sforzo, ma di quello della città, dove è evidente che ha bisogno di ritocchi per svolgere il campionato”. E domani inizia la nuova stagione della squadra gialloblù, con la trasferta di Galatone: domani andremo a giocare a Galatone e questo è già un miracolo; il merito è di queste due persone e anche di Luca Valente, molto attivo in questi ultimi giorni. Un altro aspetto che tengo a precisare è che noi non abbiamo una carta, è mai immaginabile che una squadra di calcio non ha redatto in due anni un bilancio e questo è un fatto di una gravità assoluta per una società di calcio”

Infine Molentino ribadisce la situazione che riguarda l’impianto sportivo ostunese, inagibile già da qualche mese: “Noi riteniamo che la società di calcio debba avere un campo sportivo, in cui il progetto non può prescindere da questa cosa; ho avuto ampie rassicurazioni dall’assessore Margherita Penta, in cui tra lunedì e martedì avremo il campo sportivo di Ostuni, come convenzione in capo all’ASD Ostuni Sport. Noi da parte nostra cercheremo di fare i lavori di adeguamento agli impianti elettrici in modo da consentire alla squadra di allenarsi, dove gli allenamenti in questo momento si stanno svolgendo al campo della zona 167. Poi cercheremo di poter vedere come disputare le partite casalinghe, nella speranza che ci sia la disponibilità del Comune e della Questura; è chiaro che collaboreremo con l’amministrazione per riottenere il più presto possibile il campo sportivo. Il nostro è un atto di fede perché chiederemo agli ostunesi di spostarsi in un’altra sede per seguire le partite di calcio, in attesa di riavere il nostro stadio”


commenti

E tu cosa ne pensi?