Loco.motiva: ieri la presentazione del comitato

/ Autore:

Politica, Società


Ieri sera presso il Laboratorio Urbano g.lan di Locorotondo si è svolta la conferenza stampa del comitato locorotondese Loco.motiva. Tre i relatori: Leo Maggi, Luciano Gentile e Francesco Ciaccia, che hanno raccontato le strategie, gli obiettivi e gli strumenti che saranno messi a disposizione della cittadinanza, per contribuire attivamente all’individuazione di proposte efficaci per lo sviluppo del territorio.
“Il  Comitato Loco.Motiva – ha introdotto Leo Maggi – nasce dall’iniziativa di un gruppo di ragazzi locorotondesi, liberi da qualsiasi tipo di appartenenza politica o partitica, decisi a mettersi in gioco mettendo a disposizione tempo, energie e competenze per dar vita ad un progetto di riqualificazione del territorio attraverso strumenti che concretizzino la democrazia partecipativa.”

Lo scopo dell’iniziativa politica mira sostanzialmente a creare una rete attiva sul territorio del paese “per avanzare proposte pratiche per migliorare la vita nella nostra città – ha ricordato Luciano Gentile –. Il compito civico del cittadino non deve finire nella cabina elettorale, il populismo che da venti anni ammorba il nostro paese deve lasciare necessariamente il posto alla partecipazione.”

Proprio la partecipazione sarà il leitmotiv del comitato che vuole necessariamente abbattere le barriere ideologiche che spesso sono state il freno di questo paese.

Gli strumenti che verranno utilizzati saranno quelli che le nuove generazioni conoscono perfettamente come i servizi offerti da Internet e i social network: “Tramite una piattaforma web- ha spiegato Francesco Ciaccia – che abbraccia Facebook, Twitter e Google plus, ogni cittadino diventerà nodo di rete e sarà protagonista della vita attiva politica della città, anche gli studenti e i lavoratori fuori sede che normalmente sono esclusi dalla politica locale. Sulla piattaforma infatti, l’utente dovrà registrarsi  per partecipare alla piazza virtuale nella quale si discuterà di bisogni,  proposte, e soluzioni.”

Una volta attivato il meccanismo tutte le proposte fatte e condivise saranno presentate alle amministrazioni e alle istituzioni del caso.

Gli organizzatori hanno inoltre specificato che la piazza non sarà soltanto virtuale, numerosi saranno infatti gli incontri pubblici nel quale verranno prese le proposte migliori e discusse pubblicamente. “Il prossimo incontro è fissato per il 7 novembre – ha concluso Maggi – nel quale presenteremo la piattaforma completa e on line”.

L’iniziativa, secondo chi scrive, a prima vista potrebbe sembrare un meet up pentastellato; infatti ne condivide i modi e le qualità, il superamento pericolosissimo dell’ideologie, il metterle da parte a volta fa perdere la bussola schiantandosi contro il primo iceberg chiamato populismo.

Ma tutto sommato è un modo nuovo e smart di concepire la politica, la condivisione di visioni differenti e innovative potrebbe davvero dare una scossa alla città.

Un direttivo vigilerà sulla trasparenza. Il comitato non ha referenti, ma solo una segreteria organizzativa; non ci risulta molto chiaro, al momento, chi materialmente presenterà le richieste dei cittadini, almeno fino a quando non ci saranno esplicitamente le prime candidature alle elezioni amministrative nella prossima primavera.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?