Rubò 600€ da una macelleria. Denunciato 46enne grazie alla videosorveglianza

/ Autore:

Cronaca, Società


I Poliziotti del Commissariato di P.S. di Martina Franca hanno denunciato in stato di libertà un pluripregiudicato originario di Massafra di 46anni ritenuto responsabile di un furto perpetrato alcuni giorni orsono ai danni di una macelleria. Di seguito nota della Questura di Taranto:

Il furto fu compiuto durante l’orario di chiusura pomeridiana, nel quale il ladro aprendo abilmente la serratura della serranda metallica, asportava dalla cassa circa 600 Euro tra contanti ed assegni. La serranda dell’unico ingresso che si affacciava sulla strada era stata chiusa, come consuetudine, dalle ore 13.30 alle successive ore 16.00 circa. La serratura non presentava alcun segno di effrazione e le uniche chiavi di apertura erano in possesso del titolare e dei collaboratori dell’attività. Il titolare non riusciva a spiegarsi l’ammanco, considerato che, all’atto dell’apertura pomeridiana, la serranda metallica era stata rinvenuta perfettamente chiusa a chiave.

Le indagini partite immediatamente dopo la denuncia della vittima, indirizzavano subito gli agenti del commissariato verso l’analisi delle immagini riprese dall’impianto di videosorveglianza cittadino appena entrato in funzione composta da ben 29 telecamere. Infatti nell’arco temporale preso in considerazione i poliziotti individuando una Opel Corsa di colore verde che dopo aver percorso le via cittadine si fermava di fronte alla macelleria. Successivamente le immagini inquadravano anche il conducente dell’Opel che sceso dall’auto si indirizzava proprio verso la macelleria ed in pochi minuti dopo aver abilmente aperto la serranda del negozio si introduceva compiendo così il furto.

La successiva comparazione dei fotogrammi che immortalavano il volto del ladro con la banca dati della Polizia di Stato permetteva con assoluta certezza di individuare l’uomo noto come abilissimo ladro ed esperto nell’aprire le serrature delle serrande metalliche mediante chiavi adulterate. Pertanto dopo averlo identificato gli agenti rintracciavano il responsabile del furto presso la sua abitazione nel comune di Massafra e dopo averlo accompagnato presso gli Uffici della Questura per i rilievi di rito, lo denunciavano in stato di libertà.

Veniva anche avviato il procedimento amministrativo finalizzato al provvedimento del Questore di divieto di fare ritorno nel comune di Martina Franca.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?