Due nuovi riconoscimenti al vino di Locorotondo

/ Autore:

Società


Una volta c’era la Cantina Sociale a portare il vessillo del vino bianco di Locorotondo. Oggi, a farsi portabandiera di una qualità sempre crescente, operano sul territorio realtà più piccole ma altrettanto desiderose di riprendersi un ruolo importante nel panorama nazionale dei vini bianchi. A testimonianza di ciò, recentemente, a due aziende locali sono stati assegnati altrettanti riconoscimenti; tutti e due conferiti al Locorotondo DOP (Denominazione di Origine Protetta, come vuole la normativa europea del 2012 che ha inglobato il vino nell’alveo dei prodotti alimentari e che sotto questa insegna cataloga i vini DOC e DOCG).

In ordine di tempo, il primo premio è stato dato al Locorotondo DOP dell’azienda I Pastini. Il loro Antico si è visto assegnare la Duja d’Or al 43esimo concorso nazionale dedicato ai vini a denominazione d’origine (DOC e DOCG appunto). Il premio rientra nelle attività della kermesse enogastronomica organizzata dalla Azienda Speciale della Camera di Commercio di Asti.

Altro importante riconoscimento è stato assegnato a Cardone Vini Classici, il cui Castillo, altro Locorotondo DOP, è finito nella Top Hundred, la lista dei migliori 100 vini italiani secondo Paolo Massobrio e Marco Gatti. La targa ricordo è stata ritirata da Marianna Cardone, che cura la direzione commerciale dell’azienda di famiglia, nel corso della manifestazione Golosaria, tenutasi nei giorni scorsi a Milano.

 


commenti

E tu cosa ne pensi?