Il Locorotondo cala il tris alla Vigor Trani

/ Autore:

Calcio, Sport


In un clima quasi estivo si è disputata la settima giornata di andata del campionato di Eccellenza pugliese, che ha visto affrontarsi sul prato del “Viale Olimpia” Locorotondo e Trani, squadre che prima di oggi occupavano la medesima posizione in classifica, nonostante gli ospiti abbiano ancora una partita da recuperare.

Dopo un arrembaggio iniziale da parte del Trani che gira intorno alla porta difesa da Turi senza preoccupare il giovane portiere, i padroni di casa decidono di non mostrare debolezze, quindi Visconti, innescato da un lancio fenomenale del nuovo acquisto Armenise, entra a sportellate in area di rigore e si conquista un calcio di rigore. Lo stesso calciatore della Sudest, sotto una curva ancora povera di sostenitori, trasforma il penalty e sigla il vantaggio per i suoi.

Il Trani non si fa buttare giù e decide di tornare a percuotere in attacco. Ma sono i padroni di casa a rendersi nuovamente pericolosi con Turitto, cercato da Lanave, che manda la sfera sull’esterno della rete difesa da Musacco. Il martellamento dei locorotondesi continua con Visconti, il quale rischia la doppietta al 9’, rubando la palla in attacco e spedendo un bolide verso il capitano avversario, il quale devia in angolo. Proprio da questo corner il Locorotondo segna la seconda marcatura con Turitto.

Il Trani prova a porre rimedio con un pericoloso tiro dal limite di De Palma, neutralizzato da uno dei tanti miracoli del giovane, ma già beniamino dei tifosi di casa, Turi. Al 13’ l’attenzione degli spettatori si concentra in mezzo alla strada, da dove il gruppo degli Ultras del Locorotondo si fa notare arrivando in corteo, cantando, sventolando bandiere e battendo le mani al ritmo del tamburo. Presto questo giovane gruppo prende il suo posto in curva ed inizia a sostenere i propri idoli.

Gli ultras arrivano giusto in tempo per vedere la marcatura del bomber, nonché ex tranese, Manzari, il quale mette il proprio nome sulla lista dei marcatori sfruttando una respinta centrale di Musacco. Il 9 locorotondese non esulta per rispetto della sua ex squadra e dei suoi vecchi tifosi, giunti a Locorotondo in un numero abbastanza consistente nonostante le contestazioni ai danni della società.

I numerosi fraseggi tra gli avanti rossoblù e le occasionali ma pericolose conclusioni tranesi, non serviranno a modificare il risultato.

Nel finale di primo tempo la compagine locale amministra il vantaggio senza correre rischi e, pensando anche ai prossimi impegni, rallenta un po’ la manovra. Prima dell’intervallo (42’) D’Ermilio richiama un Manzari che ha lamentato più volte crampi, scegliendo di far giocare Ventura.

Ed è proprio Ventura che al rientro in campo dopo l’intervallo lancia un chiaro segnale agli ospiti, con la prima conclusione in acrobazia non molto lontana dai pali al 3’, seguita da altre due pericolose conclusioni nell’arco di quattro minuti, innescate dallo splendido Lanave che sulla sinistra fa da padrone, facendo capire che il Locorotondo non è intenzionato a fare sconti a nessuno.

La sfida continua vedendo interessanti situazioni da ambo le parti, ma la bilancia quantitativa e qualitativa delle azioni pende sempre dalla parte dei rossoblù, i quali fanno saltare un battito ai cuori degli spettatori al 18’, con un Ventura che prova con costanza a metterci il timbro su questa vittoria, trovando solo un palo interno.

In risposta i tranesi, al 25’, concludono l’azione più pericolosa della loro partita, con Selvaggi  che chiude una azione personale con un tiro dal limite deviato da un proprio compagno: Turi, sempre attento, sventa la minaccia in tuffo. Al 33’ gli ospiti preoccupano nuovamente il pubblico di casa su un corner finalizzato quasi alla perfezione. Purtroppo i sogni di accorciare le distanze dei tranesi vengono infranti da un salvataggio di testa sulla linea da parte di Faliero.

Nonostante il Locorotondo continui ad attaccare, i ragazzi di Zinfollino non gettano la spugna e ritentano la marcatura al 38’, trovando nuovamente un Turi in grande forma.

Il match si conclude con il nervosismo degli ospiti che vedono uscire dal campo Favia in seguito alla seconda ammonizione e pochi minuti dopo registrando un cartellino giallo ai danni di De Mola.

Ma la giornata per entrambe le tifoserie non termina con il triplice fischio: il nuovo gruppo ultras del Locorotondo continua la festa acclamando i propri beniamini che vanno a festeggiare il sorpasso sotto la curva, mentre a 60 metri di distanza va in scena la contestazione dei tifosi tranesi.

Sudest A.C. Locorotondo – Vigor Trani Calcio 3-0

Sudest A.C. Locorotondo (4-4-2): Turi, Martino, Armenise (35′ st Calefato), Loseto, Lorusso, Faliero, Turitto, Sangirardi, Manzari (42′ pt Ventura), Lanave (28′ st Frascolla), Visconti. A disp.: Vitucci, Chimenti, Piperis, Russo. All.: Roberto D’Ermilio

Vigor Trani Calcio (4-4-2): Musacco, Maselli, Partipilo, Allegretti (22′ pt Abrescia), Pinto, Favia, Bianchino (23′ st Cassano), Quaresimale (19′ st Pontrelli), De Palma R., Cesareo, Selvaggi. A disp.: D’Agostino, De Palma V., Mazzilli, Caldarola. All.: Girolamo Zinfollino

Arbitro: Vogliacco di Bari coadiuvato da Giangregorio e Natilla di Molfetta

Marcatori: 1′ pt rig. Visconti (SL), 9′ pt Turitto (SL), 18′ pt Manzari (SL)

Note: giornata serena, campo di gioco in erba naturale. Spettatori: 150 circa di cui 50 ospiti. Ammoniti: Turitto (SL); Allegretti (VT), Cesareo (VT), De Palma R. (VT). Espulsi: al 46′ st Favia (VT) per doppia ammonizione. Al 19′ pt veniva allontanato un dirigente della Vigor Trani Calcio. Al 17′ st Ventura (SL) coglie il palo. Recupero: 2′ pt, 3′ st.

(fonte foto: Facebook – Sudest AC Locorotondo)

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?