“Locorotondo, il rumore dei ricordi” : venerdì la presentazione del libro di Emanuele Colabello

/ Autore:

Cultura


Pubblichiamo un comunicato ricevuto dalla Giacovelli Editore di Locorotondo riguardante la presentazione del libro di Emanuele Colabello “Locorotondo, il rumore dei ricordi” che si terrà venerdì 23 ottobre presso l’auditorium comunale. 

Il 24 luglio scorso, il boato dell’esplosione avvenuta alla fabbrica di giochi pirici Bruscella di Modugno si è avvertito (metaforicamente) anche a Locorotondo. Michele Bruscella, capostipite e titolare dell’azienda, era legato con un filo rosso con la città rotonda; con i locorotondesi aveva condiviso diverse edizioni della sagra pirotecnica. Ed è stato proprio questo legame che ha spinto il comitato organizzativo della festa di San Rocco a dedicare a lui e alla sua famiglia l’edizione 2015 che è stata ribattezzata “Memorial Bruscella”.

L’eco dei dieci spari a salve si è prolungato a lungo a partire dal “lungomare” per incunearsi nei vicoli del centro storico dove, proprio durante i festeggiamenti in onore del protettore del paese, si sono incontrati l’editore Paolo Giacovelli e l’instagrammer Emanuele Colabello. Dalla loro mente fervida e creativa è venuta fuori l’idea di pubblicare un libro, “Locorotondo. Il rumore dei ricordi”, per far conservare ancora più a lungo la memoria sull’estate appena passata e che ha lasciato un segno indelebile in ogni cittadino.

Il libro, tutto a colori, introdotto dalla prefazione dello stesso editore, Paolo Giacovelli, contiene un passaggio sulla città, redatto da Roberto Romano, storico e geografo del territorio. Il tutto per entrare meglio nel merito del racconto per immagini curate da Emanuele Colabello. La pubblicazione sarà presentata alla città il prossimo 23 ottobre presso l’auditorium comunale. Sul palco ci saranno naturalmente i due protagonisti di questa storia: Giacovelli e Colabello. Con loro dialogherà il giornalista Daniele Apruzzese, direttore de Il Gazzettino della Valle d’Itria e collaboratore del Nuovo Quotidiano di Puglia.

Il filo rosso con la famiglia Bruscella tiene insieme ancora una volta l’azienda di giochi pirotecnici e la città di Locorotondo. Il ricavato dalla vendita dell’opera, infatti, sarà interamente devoluto al Fondo Bruscella, creato all’indomani della distruzione della fabbrica di Modugno per aiutare in qualche modo le famiglie dei tanti operai e lavoratori morti in quella circostanza.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?