La Sudest vince tra le polemiche

/ Autore:

Calcio, Sport


Il Locorotondo riesce a rifarsi dopo l’eliminazione dalla coppa avvenuta in settimana. Privato di due dei giocatori più significativi mantiene la scia positiva portata in campionato, contro un Hellas Taranto presentatosi con una classifica che non rispetta le potenzialità della squadra.

I rossoblù, quelli che giocano in casa, scoprono un Sangirardi in formissima, incontrista, regista e realizzatore.  Un uomo tuttofare, il quale con l’esperienza e l’impegno non fa pesare l’assenza di Manzari e Visconti.

È proprio l’8 locorotondese a spaventare Maraglino al 15’, riciclando un pallone allontanato dalla difesa tarantina dopo un calcio d’angolo, calciando di potenza dal limite e vedendo il pallone alzarsi all’ultimo momento per sfiorare la traversa dal lato sbagliato. Conclusione in risposta al precedente tiro decentrato e debole di Colucci, il quale all’8’, dopo aver saltato la difesa locale in velocità, non riesce ad impensierire più di tanto il giovane Turi.

È al 24’ che l’abilità di Sangirardi riesce a concretizzarsi dopo un uno due da manuale con Ventura, facendo trovare l’esperto locorotondese libero all’altezza del dischetto, da dove non può che portare il Locorotondo in vantaggio.

Vantaggio che non supera il 46’. Proprio allo scadere della prima frazione di gioco, l’ex Camassa, tira da centrocampo in direzione della porta di un Turi colto di sorpresa e che non riesce a rimediare all’errore dell’ex locorotondese, che, per restituire il pallone come gesto di fair play, calcia in direzione dei pali. Succede il finimondo: discussioni in campo e fuori, dopo il doppio fisco ed al rientro sul terreno di gioco.

Solo a fine partita sempre Camassa pubblicherà uno stato su Facebook per scusarsi con dirigenza, ex compagni e tifosi.

Ma intanto il nervosismo dilaga in campo, anche tra Armenise e Maraglino che non si risparmiano spintoni a gioco fermo all’8’ dopo che l’ala locale non riesce, per un eccesso di euforia, a gestire e sfruttare una situazione di sei contro due calciando al volo fuori dalla porta.

I locali dimostrano di voler far giustizia e riprendere in mano l’incontro. Missione tentata da Lanave con un tiro dal limite destro dell’aria di rigore che toglie la vernice ai pali che compongono l’incrocio sinistro.

Il 2 a 1 arriva al 18’, con Ventura che si ritrova la palla tra i piedi a qualche decimetro dalla linea della marcatura, pasticcia un po’ ma riesce a riportare la squadra in vantaggio.

L’occasione per allungare le distanze arriva con un rigore procurato dall’astuzia di Armenise, il quale tentando un traversone colpisce la mano di Papa. A battere il rigore sarà Lanave, che purtroppo vede negarsi la marcatura da un’ottima parata di Maraglino.

Gli jonici non demordono ed al 33’ fanno tremare il pubblico di casa con una traversa colpita da De Tommaso, alla quale segue una nuova conclusione di testa di Cantoro che non finisce molto alta, ma neanche abbastanza bassa per entrare a rete.

Altra occasione sprecata dai padroni di casa al 35’ con Ventura che non finalizza l’azione sviluppata da un inarrestabile Turitto che fugge agli avversari palla al piede percorrendo mezzo campo. Resta, così, inchiodato sino alla fine il 2-1.

 

Sudest A.C. Locorotondo – Hellas Taranto 2-1

Sudest A.C. Locorotondo (4-4-2): Turi, Martino, Loseto, Bartoli, Lorusso, Faliero, Turitto, Sangirardi, Ventura, Lanave (30′ st Piperis), Armenise (42′ st Chimenti). A disp.: Vitucci, Frascolla, Ancona, Russo, Calefato. All.: Roberto D’Ermilio

Hellas Taranto (4-4-2): Maraglino, Papa, Carlucci, D’Arcante, Camassa, Visconti, Colucci (18′ st De Tommaso), Ferraro, Beltrame (23′ st Zaccaria), Manzella, Sanarica (27′ st Cantoro). A disp.: Valentino, Martino, Leggieri, Collocola. All.: Carmine De Falco

Arbitro: Allegretta di Molfetta coadiuvato da Acquafredda di Molfetta e Maci di Lecce

Marcatori: 24′ pt Sangirardi (SL), 45′ pt Camassa (HL), 20′ st Ventura (SL)

Note: giornata serena, campo di gioco in erba naturale. Spettatori: 100 circa. Ammoniti:Bartoli (SL), Ventura (SL); Papa (HT), D’Arcante (HT), Camassa (HT). Al 26′ st Lanave (SL) sbaglia un calcio di rigore; al 33′ st De Tommaso (HT) coglie la traversa. Recupero: 0′ pt, 4′ st.

 

(fonte foto: Facebook – Sudest AC Locorotondo)

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?