“Il nostro Babbo Natale sarà gratuito”. E20idea prende le distanze da Santa Claus

/ Autore:

Società



La manifestazione “Casa europea di Santa Claus” organizzata nell’ambito di Perbacco che Vicoli, ha fatto registrare migliaia di ingressi a Martina Franca. Moltissime le critiche, però, a giudicare da quello che si legge sui social network. Siccome a Martina Franca abbiamo la fortuna di avere addirittura due manifestazioni dedicate a Babbo Natale, E20idea, organizzatrice del Villaggio di Babbo Natale ci tiene prendere “elegantemente” le distanze.

Senza voler alimentare ulteriori polemiche e con l’eleganza personale e organizzativa che ci ha sempre contraddistinto siamo costretti a precisare che la manifestazione in corso a Martina Franca non si chiama “Il villaggio di Babbo Natale” e non è organizzata da “E20idea”. “Il villaggio di Babbo Natale” è una manifestazione che si svolge già da tre anni e che sarà presente quest’anno nel centro storico di Martina Franca dal 5 dicembre al 6 gennaio con animazioni per bambini (trenino in giro per la città, giostrine, pista di pattinaggio), mostra di presepi, senza braci che arrostiscono salsicce, con un impatto scenografico ordinato, fatto di 40 casette in legno studiate per non deturpare il naturale scenario del centro storico, garantendo ampie vie di fuga. Ci saranno concerti e spettacoli e il calendario è consultabile sul sito www.ilvillaggiodibabbonatale.com. Il nostro Babbo Natale sarà interpretato per 33 giorni da un simpatico e sorridente attore e non arriverà dalla Lapponia. La casa di Babbo Natale sarà allestita in uno spazio ampio, nella piazza della Basilica di San Martino, sarà visitabile gratuitamente. Siamo costretti a diramare queste precisazioni non per giudicare l’operato di un’altra organizzazione di eventi, ma per amore di chiarezza e per prendere le distanze da una serie di commenti negativi che stiamo registrando sui nostri canali di comunicazione, offensivi per noi e per la città di Martina Franca. Siamo pronti a moltiplicare i nostri sforzi organizzativi per far cambiare idea a coloro che hanno scritto che non torneranno più a Martina Franca.


commenti

E tu cosa ne pensi?