Cronaca. Una denuncia per spaccio e una segnalazione per uso di droga da parte della Polizia

/ Autore:

Cronaca



Incessante attività di controllo del territorio da parte del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ostuni nell’ appena decorso fine settimana.

Nell’ambito dell’aumento dei servizi di prevenzione e repressione dei reati in linea con le direttive in tal senso rese dal Questore di Brindisi Dott. Roberto Gentile, gli uomini del Commissario Capo Gianni Albano hanno compiuto degli interventi sul versante del contrasto dello spaccio di droga e non solo, denunciando un ostunese per detenzione di droga ai fini di spaccio e segnalando alla competente autorità prefettizzia un minore acquirente di una dose di stupefacente.

I particolari dell’ attività : in coincidenza con il weekend appena trascorso, dipendenti equipaggi di Volante e dell’ Anticrimine effettuavano certosina opera di controllo, monitorando in particolar modo i punti di ritrovo dei giovani lungo la movida ostunese.

E pertanto, proprio nel corso dell’ attenta osservazione veniva notata un autovettura sospetta, parcheggiata in un luogo insolito e distante rispetto all’abitazione del soggetto che la utilizza, noto agli operatori come “ vicino” al mondo della droga. Così si decideva di approfondire l’accertamento di Polizia, compiendo un appostamento nei pressi del parcheggio ove era in sosta l’utilitaria, notata in quel luogo da diverso tempo nonostante fosse notte inoltrata. Si attendeva l ‘arrivo dell’individuo che, una volta giunto, saliva a bordo dell’auto unitamente alla sua compagna, dirigendosi verso il centro cittadino. Intercettati, gli stessi venivano sottoposti a controllo ispettivo. Quello sulla persona del ragazzo nonché dell’ auto dava esito negativo mentre quello esteso alla compagna diciassettenne risultava positivo. Infatti, all’ interno della borsa della ragazza, veniva rinvenuto un involucro termosaldato contenente marijuana del peso di 2.6 grammi e 1 “tritaerba”. Gli ulteriori accertamenti, tutti espletati alla presenza della madre cui poi la minore è stata formalmente affidata, permettevano di accertare che la droga rinvenuta nella borsetta le era stata ceduta volutamente dal fidanzato quando questi, intuito che sarebbe stato controllato dalla Polizia, se né disfatto consegnandola alla ragazza pensando, con ciò, di aggirare il controllo. Appariva chiaro che l individuo potesse tenere occultata della droga in qualche appartamento in zona. Intuizione giusta e confermata dal fatto che lo stesso è stato trovato in possesso di un mazzo di chiavi tra le quali, una apriva proprio l’appartamento incriminato. All’interno infatti gli operatori rinvenivano in un cassetto del comodino 4 involucri di diversa forma e misura, per un peso di ulteriori 12 grammi di marijuana oltre a 2 bilancini elettronici, 4 “tritaerba” e altro materiale di confezionamento.

Tutto ovviamente sottoposto al sequestro penale di rito.

L’ ostunese G.C.,classe 1988, veniva pertanto denunciato alla Procura della Repubblica di Brindisi per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente con l’aggravante di aver ceduto una dose di droga alla minorenne in sua compagnia, contestualmente segnalata ai sensi dell’articolo 75 del D.P.R. 309/1990 al Prefetto di Brindisi per le determinazioni di competenza ed anche al Tribunale per i minorenni di Lecce.

L importante operazione descritta, nel corso del compimento della quale personale operante rinveniva e restituiva al legittimo proprietario un autovettura resa oggetto di furto nei pressi della locale stazione ferroviaria, ulteriore  importante  intervento per il quale sono in corso attive attivitá investigative volte all’ individuazione dei responsabili,denota lo scrupoloso impegno della Polizia di Stato nell’ opera di contrasto ai reati in generale, nell’ ottica di un costante monitoraggio del territorio a presidio della sicurezza generale.


commenti

E tu cosa ne pensi?