Vittoria rotonda della Sudest sul Molfetta

/ Autore:

Calcio, Sport


Secco e perentorio 3-0 quello inflitto dalla Sudest al malcapitato Molfetta.

Come in un film, la squadra locorotondese ha dimostrato che per fare risultato non servono campioni, ma gente innamorata di quello che fa, disposta a dare in campo tutto quello che ha nel rispetto di chi lo sostiene e di chi ha creduto in lui.

Dopo la partenza delle colonne portanti della prima parte del campionato, il clima al “Viale Olimpia” era tutt’altro che ottimista: l’ultimo periodo non ha portato i risultati sperati nonostante mister D’Ermilio schierasse una rosa in cui era presente gente di un certo livello.

Ma i ragazzi che nella quindicesima giornata hanno indossato il completino con la torre sul petto sono riusciti a far dimenticare chi è partito.

Il principio della gara non sembrava dare grandi speranze ai padroni di casa, costretti a respingere con tutti i mezzi gli attacchi di un Molfetta partito in quarta con un colpo di testa di Lorusso al 5’ e con Camporeale smarcatosi senza palla e che ritrovandosi solo davanti a Turi sbaglia clamorosamente una delle palle goal più evidenti della partita.

Ma i padroni di casa hanno una motivazione in più. Riescono a riportare la sfera dalla parte di Papagni dimostrando di aver ritrovato quell’intesa tra gli avanti che nelle ultime partite era mancata.

All’11’ Ventura, dopo una splendida azione tutta di prima da parte dei suoi compagni, conclude a rete dopo aver superato il portiere, ma a negargli la marcatura ci pensa la difesa. Marcatura che non si fa attendere più di tanto , infatti due minuti più tardi è lo stesso numero 9 del Locorotondo con un destro al volo dal limite a far gonfiare la rete alle spalle di Papagni.

Questi ragazzi dimostrano di avere cuore e cercano a tutti i costi di mettere in cassaforte il risultato. Prima con una traversa su punizione di Lanave e poi sul calcio d’angolo al 41’ dove il goal manca a causa di un’evidente trattenuta notata dall’ottimo Mallardi che indica il fischietto e punisce Fumai con la massima sanzione. A prendersi la responsabilità di calciare dagli undici metri è Colella, il quale non delude nessuno e porta i padroni di casa sul 2 a 0.

Il secondo tempo inizia con un Molfetta aggressivo, deciso a rimontare nonostante l’inferiorità numerica. È Loiodice ad impensierire maggiormente Turi, prima con un colpo di testa bloccato dal giovane portiere rossoblù e dopo colpendo il lato esterno della rete con un tiro al volo.

Il Locorotondo reagisce mancando il tris per un’indecisione di capitan Chimenti che attende troppo con la palla tra i piedi davanti ad una porta priva di protezioni, consentendo alla difesa di recuperare.

Il Molfetta non si scoraggia e cerca di accorciare più volte le distanze con uno scatenato Dentamaro, ma questa voglia di recupero lascia grandi spazi al Locorotondo che non riesce a concretizzare ghiotte occasioni, finché un malinteso tra portiere e difesa all’86’, costringe Mallardi a punire gli ospiti con una punizione da dentro l’aria di rigore causata da un retropassaggio. I rossoblu non possono lasciarsi sfuggire anche questa e con Loseto trovano finalmente il 3 a 0, risultato importantissimo per far tornare i tifosi a credere in questa squadra rinnovata ma più motivata ed affamata.

Sudest A.C. Locorotondo – Molfetta Sportiva 3-0

Sudest A.C. Locorotondo (4-4-2): Turi, Martino, Loseto, Chimenti, Lorusso B., Piperis, Colella, Faliero (42’ st Conca), Ventura, Lanave (44’ st Lorusso R.), Capriati (35’ st Palasciano). A disp.: Portoghese, Morsillo, Stallone, Mileti. All.: D’Ermilio.

Molfetta Sportiva 1917 (4-4-2): Papagni, Tesoro, Tropiano, Dentamaro, Lorusso, Fumai, Cubaj, Iennaco, Camporeale (11’ st Disanto) , Stefanini, Loiodice. A disp.: Soares, Cantatore, Tedesco, Tagliente, Fasano, Pertoldi. All.: Lanza.

Arbitro: Mallardi di Bari coadiuvato da Cataneo e Dilucia di Foggia.

Marcatori: 13’ pt Ventura (SL), 42’ pt rig. Colella (SL), 41’ st Loseto (SL).

Note: giornata serena, campo di gioco in erba naturale. Spettatori: 100 circa di cui 20 ospiti. Ammoniti: Lanave (SL), Faliero (SL); Iennaco (M), Loiodice (M), Tesoro (M). Espulsi: al 41’ pt Fumai (M) per aver interrotto una chiara occasione da gol. Recupero: 2′ pt, 4′ st.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?