Arrestate due persone per detenzione e spaccio di droga

/ Autore:

Cronaca



In coincidenza con le imminenti festività natalizie, a seguito di specifiche direttive rese dal Questore di Brindisi, Dott. Roberto Gentile, personale della Squadra di polizia giudiziaria e delle Volanti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ostuni, diretto dal Commissario Capo Gianni Albano, svolgeva mirati servizi volti alla prevenzione e repressione dei reati in genere ed in particolare di quelli attinenti la droga.

Le operazioni, in particolare, nella serata di ieri si concentravano nel comune di Carovigno ove erano stati segnalati movimenti sospetti nei pressi di una abitazione. Pertanto, al fine di verificare la fondatezza della notizia, dipendente personale decideva di avviare uno specifico servizio di osservazione ed attenzionamento del sito, protrattosi per alcuni giorni.

L’attività, costantemente svolta dagli uomini del Commissariato ostunese, permetteva di acclarare la situazione di illegalità che si concretizzava di volta in volta all’interno dell’appartamento monitorato.

Nella serata di ieri, dunque, dopo l’ennesimo movimento dubbio, i poliziotti decidevano di intervenire, bloccando all’uscita dell’abitazione un soggetto che, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di due involucri di sostanza stupefacente del tipo hashish del peso di circa 2.5 grammi.

L’immediata e successiva perquisizione, eseguita in casa alla presenza di una signora, proprietaria e abitante l’immobile, consentiva di rinvenire ulteriore droga, sempre del tipo hashish e del peso di 130 grammi, oltre a 2 bilancini di precisione e la banconota di 20 euro con cui l’acquirente bloccato all’uscita, aveva poco prima effettuato l’acquisto dalla stessa donna.

Tutto quanto menzionato, veniva rinvenuto dai poliziotti della Città Bianca e sottoposto a sequestro penale nella stanzetta del figlio della donna, all’interno del borsone da calcio del ragazzo. Questi, di fatti, nel corso delle operazioni ispettive, giungeva presso l’appartamento e, sorpreso dalla presenza degli agenti, richiesto di riferire in riferimento alla droga rinvenuta, affermava che la stessa era di sua proprietà.

L’appartamento inoltre era dotato di video citofono e al centro del salone era presente un monitor sul cui schermo vi erano le proiezioni delle telecamere esterne che, non a caso, immortalavano l’ingresso della casa e le sue immediate adiacenze.

Ultimate le operazioni sul posto, venivano raggiunti gli uffici del Commissariato per l’ulteriore seguito di rito.

Dopo la redazione degli atti attinenti il controllo eseguito, le risultanze probatorie acquisite venivano portate a conoscenza del Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi, Dott.ssa Chimienti.

D’intesa con l’Autorità Giudiziaria, si procedeva quindi all’arresto nella flagranza dei reati di detenzione e cessione a terzi di droga, in concorso tra di loro, di LANZILLOTTI Nicholas nato a Galatina il 23.10.1996, residente in Carovigno e della madre MISSERI Simonetta nata a Brindisi il 09.07.1971 e anch’ella residente in Carovigno.

I due, su disposizione del PM sono stati tradotti presso la residenza in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria competente.

L’acquirente dei 2.5 grammi di hashish, di soli 18 anni, verrà inoltre segnalato ai sensi dell’articolo 75 del D.P.R. 309 del 1990 all’autorità prefettizia brindisina per i conseguenti provvedimenti di competenza.

La droga sequestrata, se immessa sul mercato locale, sarebbe potuta finire nelle mani anche di giovanissimi assuntori, circostanza quest’ultima evitata, grazie al celere ed opportuno intervento di Polizia.

I servizi del Commissariato di P.S. di Ostuni, a presidio della legalità e della sicurezza generale, proseguiranno senza sosta nei prossimi giorni al fine di prevenire la commissione di attività illecite sul territorio di competenza.

 


commenti

E tu cosa ne pensi?