Bambini felici e tifosi emozionati: grande successo per la Befana targata Ultras Martina

/ Autore:

Società



Martedì 5 gennaio ore 18.00 una trentina di bambini del quartiere Don Bosco di Martina Franca sono stati in trepidante attesa della befana, e, dopo un po’, la befana è arrivata portando gioia e distribuendo a tutti le sue calze piene di di caramelle, cioccolato e giochi. Si è fatta diciamo “accompagnare” dai suoi attenti collaboratori nonché artefici e sensibili sostenitori della sua visita in questo quartiere periferico della città. Stiamo parlando ancora una volta dei magnifici ragazzi Ultrà Martina “Curva Nord 1986” che continuano con determinazione e costanza nelle loro lodevoli iniziative sociali, spesso a favore delle realtà più disagiate.

La Befana, gli Ultrà, il Sermartina e diversi animatori dell’associazione “Smile Angels” hanno dato vita ad una vera e propria festa in strada, un allegro caos che ha visto i bambini davvero coinvolti e “impegnati” tra il ritiro della calza, del naso rosso da clown e di palloncini colorati, la foto con la befana, la scelta di altri doni e peluches da un cestone messo a loro completa disposizione. Scagionato quindi il rischio del carbone e al regnare della calma e della soddisfazione dei bambini, la befana ha salutato tutti con l’inno trionfale dei ragazzi ultrà “Martina siamo Noi, Martina siamo Noi!”.

Questa allegra comitiva si è poi spostata al Cav (Coordinamento Associazioni di Volontariato) in via Mottola, in cui altrettanti bambini impazienti attendevano l’arrivo della befana. Il Cav ed i suoi collaboratori volontari si è mostrato ancora una volta nel suo aspetto più sostanziale: la piazza ideale in cui si manifestano i sentimenti più autentici della solidarietà. Anche qui, grazie all’iniziativa autofinanziata dei ragazzi ultrà, si è proceduto alla consegna delle calze della befana.

In questa struttura, crogiolo di un coinvolgimento emozionale globale in continua evoluzione, si è proceduto infine ad una libera estrazione a premi consistente nella distribuzione di giocattoli appositamente collocati su banchetti, a mo’ di vetrina espositiva. Una vetrina molto colorata che ha riempito di un rinnovato entusiasmo gli occhi dei bambini.

In definitiva, la gioia dei bambini ha ampiamente gratificato anche tutti gli adulti e Francesco Caramia, presidente dell’associazione Ultrà Martina, ha voluto in sostanza sottolineare che donare le calze della befana ha rappresentato “Non beneficenza, ma regalare un sorriso ai figli della nostra amata città”. Agli animi più sensibili e attenti queste parole hanno fatto riflettere su come un semplice gesto possa nascondere un messaggio più profondo; l’iniziativa di questi ragazzi ha creato un piccolo ponte tra la città che vedeva chi da una parte correva freneticamente per gli ultimi acquisti di quanto desiderato e chi dall’altra speranzosamente aspettava.


commenti

E tu cosa ne pensi?