Sequestro 172. Mercoledì 24 si discute il ricorso di Anas

/ Autore:

Cronaca ,


Sarà discusso mercoledì prossimo davanti al Tribunale del Riesame il ricorso presentato da Anas per il dissequestro dei duecento metri di strada tra Martina e Locorotondo. Il sequestro della strada, che di fatto taglia in due la Valle d’Itria, avvenuto il 12 febbraio scorso, è stato disposto dalla Procura di Taranto a seguito di una relazione tecnica nella quale si ravvisavano pericoli imminenti. I sigilli alla strada arrivano due giorni dopo il sequestro con facoltà d’uso del depuratore di Martina Franca e del recapito finale. Per raggiungere Locorotondo da Martina Franca, e viceversa, ci sono tre alternative. Due strade secondarie per gli automobilisti, una a destra della statale, passando per la masseria Madonna dell’Arco, e una a sinistra. Per i camion, invece, c’è l’obbligo di passare da Cisternino. Un obbligo, segnalato anche da Anas, che spesso non viene rispettato, tanto che il Comune di Martina Franca si sta attrezzando per intensificare i controlli. Il passaggio degli automezzi pesanti dalle strade secondarie sta provocando incidenti e disagi.

La strada interrotta, però, è una conseguenza del malfunzionamento del depuratore. ma solo dopo le transenne, purtroppo, c’è stata una levata di scudi da parte della politica affinchè si trovasse presto una soluzione e quindi una attenzione mediatica.

Stasera alle 19.00, nel frattempo, ci sarà un’assemblea del Comitato, per decidere cosa fare.


commenti

E tu cosa ne pensi?