Sicurezza della acque: Scatigna scrive agli organi preposti

 

Questa mattina il primo cittadino Tommaso Scatigna ha inviato una lettera  all’Ufficio Coordinamento Struttura Tecnica Provinciale di Bari, al Servizio Lavori Pubblici della Regione Puglia, all’Assessorato regionale alle OO.PP. – Servizio Risorse Idriche  e all’Autorità Idrica Pugliese per sincerasi sullo stato di salute dei pozzi ubicati nelle vicinanze del depuratore delle acque reflue del comune di Martina Franca posto sotto sequestro qualche settimana.

Nella lettera si legge : “Con la presente si chiede agli Enti preposti di fornire informazioni circa la presenza di  pozzi per l’emungimento delle acque sotterranee ubicati nel raggio di 1000 m dal punto di scarico del depuratore dei reflui civili a servizio del comune di Martina Franca catastalmente individuato al Fg. N.44p. lle nn.404 e 203.

Lo scarico del depuratore, pur ricadendo nel territorio comunale di Martina Franca è ubicato a poche decine di metri dai confini amministrativi del comune di Locorotondo, pertanto non è possibile scongiurare la presenza di inquinanti nella falda a cui attingono i pozzi ricadenti nel comune da me amministrato.

Si richiede alla SV di fornire, con cortese sollecitudine, i dati richiesti, al fine di attivare ogni eventuale iniziativa atta a salvaguardare la salute pubblica e la tutela dell’ambiente”.

“Mio dovere assoluto, – ha commentato sempre Scatigna-  in quanto Sindaco e massima autorità sanitaria locale, è assicurarmi delle condizioni di salubrità del nostro territorio e dei miei concittadini. Pertanto ho inviato richiesta ufficiale agli organi competenti e preposti,di assicurarci lo stato attuale dei pozzi prospicienti il depuratore sotto sequestro di Martina Franca nel raggio di 1 km. al fine di scongiurare qualsiasi rischio di contaminazione delle acque! In un periodo di estrema confusione, spero di darvi quantomeno le sacrosante certezze che meritiamo tutti”.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.