Sequestro SS.172: Scatigna propone un comitato della Valle d’Itria intera

/ Autore:

Politica, Società



 

L’idea della costituzione di un comitato che tuteli la Valle d’Itria intera a seguito del sequestro della Statale 172 arriva naturalmente da Facebook e arriva dal primo cittadino di Locorotondo Tommaso Scatigna. Infatti, sul suo profilo si legge “Buongiorno amici! Che ne pensate se costituissimo un comitato della Valle D’itria INTERA a tutela della stessa e che si occupi della questione del blocco della statale 172? Naturalmente aperto a tutti e coinvolgendo TUTTE le amministrazioni coinvolte da questo problema?”.

Scatigna lancia così l’appello a tutti i sindaci della Valle d’Itria dimenticando forse, che esiste già un comitato presente sul nostro territorio operante fin dal 2009 vale a dire, il Comitato di Tutela e Salvaguardia della Valle d’Itria che proprio nei giorni scorsi presso la Cgil di Martina Franca ha tenuto una conferenza stampa  ed  ha cercato di fare chiarezza e di riassumere quanto è successo nel corso di  questi anni  sulla  questione del depuratore della vicina Martina.

Al netto di questa ultima costatazione è inevitabile che la questione della chiusura della 172 sia un problema che deve essere affrontato e risolto da tutti i comuni della Valle d’Itria  perché quella strada conosciuta anche come la Statale dei Trulli è e sarà uno dei più importanti collegamenti tra Adriatico e Ionio.

Bisognerebbe semplicemente che prima gli enti competenti, gli organi preposti alla risoluzione di questo annoso problema e successivamente anche noi stessi, utilizzatori abituali di quella strada, cominciare a considerarla come  un vero e proprio  patrimonio da preservare  e da custodire per la salute economica e turistica della nostra valle.


commenti

E tu cosa ne pensi?