Giovani e volontariato. I ragazzi del “Da Vinci” a lezione dal CAV Martina Franca

/ Autore:

Società


Il progetto “Giovani in Volo”, sostenuto dal “Centro Servizi Volontariato” di Taranto, quest’anno compie 11 anni. Esso si rivolge ai giovani delle scuole medie superiori del nostro territorio ed ha tra i suoi principali obiettivi quelli di: promuovere il volontariato e la cultura della solidarietà all’interno del mondo della scuola; sensibilizzare maggiormente i giovani nei confronti delle problematiche sociali che caratterizzano il nostro territorio; offrire agli studenti spunti di riflessione su valori quali la solidarietà, la cittadinanza attiva, l’ambiente, la multiculturalità; stimolare una più ampia partecipazione dei giovani alle attività delle associazioni di volontariato.

Sono numerosi gli istituti scolastici di Taranto e provincia che vi hanno aderito, tra cui l’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “Leonardo da Vinci” di Martina Franca.

Tra le associazioni di volontariato coinvolte nel progetto c’è il CAV di Martina Franca che, in quanto struttura di “Coordinamento delle Associazioni di Volontariato”, lo scorso 25 febbraio, ha presentato al Leonardo da Vinci tutte le associazioni ad esso aderenti, tra cui l’associazione storica che si occupa di protezione civile “Pubblica Assistenza A.R. 27”. In questa occasione, il presidente del Cav, Gianni Genco, accompagnato dalla sociologa Lucia Aquaro e dal volontario di protezione civile Angelo Turnone, ha parlato agli studenti dell’esperienza del volontariato che rappresenta una valida “opportunità” per acquisire conoscenze e competenze utili nella vita, prospettandone l’importanza ai fini della realizzazione personale e delle scelte future, anche in ambito lavorativo. Gianni Genco, icona vivente del mondo del volontariato, ha catturato l’attenzione dei ragazzi presenti senza alcuno sforzo parlando semplicemente della sua esperienza di vita.

La dott.ssa Lucia Aquaro con un approccio anch’esso interattivo ha presentato le associazioni del Cav parlando delle loro svariate e continue iniziative e invitando infine gli studenti a visitare il Cav, questa accogliente struttura aperta a tutti e di tutti. Una struttura pluriassociativa che abbraccia diverse aree tematiche d’intervento sul territorio ma che è sempre pronta ad allargare e a migliorare i suoi campi d’azione e a coglierne di nuovi.


commenti

E tu cosa ne pensi?