Ospedale Martina Franca. Ancona a Bari da Emiliano, ma la decisione è presa: sarà declassato

/ Autore:

Politica, Società



Stamattina (1 marzo), il Sindaco di Martina Franca, Franco Ancona, insieme al Consigliere Regionale Donato Pentassuglia, gli Assessori Stefano Coletta, Antonio Scialpi e Gianfranco Palmisano e una delegazione di medici dell’Ospedale della Valle d’Itria si sono recati a Bari, in Regione, per chiedere un confronto urgente con il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, riguardo la delibera di Giunta sul Piano di Riordino Ospedaliero. Di seguito nota della segreteria del sindaco:

Nell’incontro sono stati, ancora una volta, presentati i numeri dell’Ospedale della Valle d’Itria, che risultano di gran lunga superiori a quelli degli altri centri sia per quantità sia per qualità di servizi, per tempi di degenza e interventi effettuati. Ma il decisionismo politico è prevalso, in maniera infondata e arrogante, sulla bontà dei servizi e dei numeri favorevoli al nostro Presidio. Inaccettabile.

Infatti, nella delibera è stato individuato come unico presidio di I livello della Provincia di Taranto esclusivamente l’Ospedale di Castellaneta (che non ha i relativi posti letto richiesti), in quanto centro al confine con la Regione Basilicata, allo scopo di evitare la mobilità passiva (con la Basilicata), utilizzando, perciò, solamente il criterio economico e di cassa.

Abbiamo manifestato, pertanto, la crescente preoccupazione e l’indignazione insorgente della città di Martina Franca e di tutte le comunità della Valle d’Itria che, come tutti sanno, si servono del Presidio Ospedaliero. Il Governatore Emiliano ha insistito sull’affermazione, da lui più volte pronunciata pubblicamente, che l’Ospedale della Valle d’Itria, anche se classificato di base-rafforzato, conserverà ugualmente i servizi che attualmente detiene senza la sospensione degli investimenti in corso. Il dirigente del settore salute della Regione Puglia, Raffaele Gorgoni, ricontattato durante l’incontro, ha confermando il livello del centro ospedaliero della Valle d’Itria, ma ha opposto l’insufficienza dei posti letto: 166 su 220 necessari.

L’Amministrazione comunale di Martina, pertanto, ha ribadito con forza, ancor di più, che il Presidio Ospedaliero della Valle d’Itria sia individuato con la forza dei numeri a suo favore, frutto delle ottime professionalità che operano quotidianamente con grande abnegazione, come presidio di I livello per consentire alla Regione di continuare ad investire in termini di posti letto, personale e servizi tali da garantire una sempre maggiore e qualificata offerta di servizi sanitari a tutela del diritto alla salute delle comunità di Martina e dei Comuni della Valle d’Itria con i quali si continuerà questa sfida rilevante per il territorio.


commenti

E tu cosa ne pensi?