Scatigna: Emiliano rispetti la Valle d’Itria

/ Autore:

Politica



La notizia del declassamento dell’Ospedale Valle d’Itria, arrivata nella giornata di ieri dopo l’ufficializzazione della delibera di giunta regionale con la quale l’ospedale di Martina Franca entra a far parte degli ospedali di base, perdendo gran parte delle prerogative, ha sconvolto un po’ tutte le forze politiche della valle.

Il primo a commentare la notizia naturalmente è stato Franco Ancona sindaco di Marina Franca con una lettera infuocata  indirizzata proprio al governatore della Puglia, Michele Emiliano, accusandolo di avere  scarsa attenzione verso il nostro territorio, a cominciare dalla questione del depuratore di Martina Franca e del sequestro della Statale 172, che dopo diversi giorni non trova soluzione alcuna.

Anche il primo cittadino di Locorotondo, Tommaso Scatigna, che nei giorni scorsi aveva perorato la campagna #iodifendolospedalevalleditria non è restato muto di fronte a questo evento. Come al solito ha affidato a Facebook le sua invettiva, infatti sul suo profilo personale si legge:

“Emiliano rispetti la Valle d’itria! A cominciare dalla 172 bloccata per finire al declassamento dell’ospedale di Martina Franca!”

“Io- ha concluso sempre Scatigna-  non l’ho votato ma esprimo solidarietà a chi lo ha fatto e a chi di voti gliene ha portati tanti! È giunto indubbiamente il momento di dire basta!”

Intanto le sorti dell’Ospedale martinese sembrano ormai decise, questa mattina partirà comunque da Palazzo Ducale una delegazione per raggiungere il Consiglio Regionale, per chiedere spiegazione al Presidente della Regione che aveva promesso qualche tempo fa che l’Ospedale “Valle d’Itria” non sarebbe mai stato toccato.


commenti

E tu cosa ne pensi?