Presidio SS.172: presente anche il sindaco Scatigna

/ Autore:

Uncategorized


 

Questa mattina attorno alle 12,30  a seguito del rigetto del ricorso di ANAS da parte del Tribunale del Riesame per quanto riguarda il sequestro del tratto dalla Martina Franca-Locorotondo,  il sindaco della città del Festival, Franco Ancona,  ha trasferito, per protesta, i lavori della sua Giunta nei pressi del tratto stradale in questione.

Sotto a un tendone attrezzato per l’occasione si è svolta la consueta riunione con tutti gli assessori martinesi.

Prima dell’incontro anche il primo cittadino di Locorotondo,Tommaso Scatigna, si è affacciato all’iniziativa promossa dal collega Ancona manifestando tutta la sua solidarietà.

Anche Locorotondo è vicina alla protesta, ricordiamo infatti,  che durante lo scorso Consiglio Comunale svoltosi lunedì 29 febbraio è stato  approvato  un ordine del Giorno che ha impegnato l’Amministrazione a costituire un Comitato della Valle d’Itria, aperto a tutte le Istituzioni presenti sul territorio ed ai cittadini, al fine di monitorare costantemente le fasi di attuazione degli impegni assunti da ANAS e Acquedotto Pugliese, anche al fine di tutelare l’immagine di Locorotondo e della Valle d’Itria, che corre il rischio di essere compromessa dal rilievo mediatico assunto dalla notizia del sequestro della Strada Statale della Valle d’Itria.

Inoltre, sempre da Piazza Aldo Moro,  l’Amministrazione Comunale ha  invitato a verificare l’eventuale richiesta di risarcimento per danni d’immagine del territorio e delle attività commerciali e produttive, che possono subire rilevanti perdite economiche dalla perdurante chiusura del tratto stradale e dalla mancata risoluzione del rischio ambientale.

(Ph.Noi Notizie)


commenti

E tu cosa ne pensi?