Basket. La Cestistica Ostuni schianta il Foggia 74-57

/ Autore:

Basket, Sport



Una Cestistica Ostuni in formato stellare domina per 40 minuti e travolge la Diamond Foggia, terza forza del campionato, e le regala la sesta sconfitta stagionale. Privi di Dell’Aquila, Vigilante e Antonio Padalino, i foggiani non hanno potuto fare nulla di fronte alla prestazione perfetta dei ragazzi di coach Curiale, protagonisti di un avvio fantastico, e di una gestione esemplare del vantaggio per tutti i 40 minuti.

Ottima la prova soprattutto difensiva dei gialloblù, capaci di imbrigliare il quarto attacco migliore del campionato tenendolo alla miseria di 57 punti (la media era 86): il segreto è stato bloccare le due maggiori bocche di fuoco arancio-nere, ovvero i due statunitensi Brantley ed Evans, su cui si sono sbattuti a lungo Di Salvatore, Griffin e Altavilla. Ma anche quando coach Curiale è ricorso alla difesa a zona, tutti gli effettivi hanno messo sul parquet grande concentrazione e voglia, tenendo gli avversari a percentuali bassissime.

Dopo un primo quarto dominato da un ringiovanito Angelo Milone (11 punti in un amen) e chiuso sul +17 (26-9), gli ostunesi hanno subìto il ritorno della Diamond che si è avvicinata fino a -11 (28-17). Fuoco di paglia però, perché prima dell’intervallo prima un controparziale di 9-2 (chiuso da una schiacciata al volo di Craft), poi la tripla di Griffin quasi sulla sirena, hanno rimesso le cose in chiaro (40-23).

Nel terzo quarto poi, quando Foggia sembrava in grado di rientrare con maggiore impegno difensivo e tiri più ragionati in attacco (52-38 a metà periodo), Ostuni è scappata ancora, con un altro parziale di 14-1, chiuso nel quarto periodo da un canestro da sotto di Altavilla, per il +29 (68-39). Da lì la partita è praticamente finita, con Vigilante che ha messo in campo i suoi under e risparmiato i due americani in vista del match di domenica contro Francavilla.

Una partita quasi perfetta per Morena e compagni, che hanno potuto contare sulle prestazioni offensive di buon livello da parte del già citato Milone (21 punti) e del solito Griffin (23 punti e 14 rimbalzi). Tutta la squadra ha ben risposto a ciò che chiedeva l’allenatore: la quarta in classifica non si batte se non con grande impegno e tanta grinta, doti che non sono mancate ai gialloblù in questa bella serata.

Con l’obiettivo salvezza ormai quasi raggiunto (Castellaneta, Fasano e Ruvo sono lontane ben 8 punti, a 6 giornate dal termine), la Cestistica deve adesso continuare sulla stessa strada percorsa nel girone di ritorno: con 6 vittorie su 11 partite, i gialloblù hanno trovato la quadra, mettendo insieme buone prestazioni anche contro squadre notevolmente superiori.

Domenica a Manfredonia, un altro test difficilissimo, contro la Angel reduce dalla vittoria esterna contro l’Adria Bari, mentre la domenica successiva (13 marzo) arriveranno al PalaGentile proprio i baresi di De Bellis. Per portare a casa il risultato servirà un pubblico numeroso e caldo, non certo le poche decine di persone presenti sugli spalti stasera: i tanti assenti si sono persi un bellissimo spettacolo.

 

Cestistica Ostuni-Diamond Foggia 74-57 (26-9; 40-23; 59-38)

OSTUNI: Milone 21 (4/8 da 2, 4/11 da 3, 1/2 TL, 3 RB, 3 AST); Morena 5 (1/4 da 2, 1/8 da 3, 7 RB, 3 AST); Tanzarella 3 (1/2 da 3, 3 RB, 2 AST); Di Salvatore 8 (2/8 da 2, 4/4 TL, 7 RB, 3 AST); Taveri 0; Craft 8 (4/10 da 2, 14 RB, 3 AST); Griffin 23 (6/8 da 2, 2/6 da 3, 5/8 TL, 14 RB, 7 AST); Taliente 0 (0/1 da 2, 0/1 da 3); De Giorgi 0; Altavilla 6 (3/7 da 2, 4 RB). Coach: Curiale.

FOGGIA: Di Tullio 3, Mastromatteo 7, Brantley 14, N. Padalino 2, Papa NE, Vernò, Ferramosca 3, Evans 21, Cicivè 7. Coach: Vigilante.

ARBITRI: Ferrari (Bari), Gentile (Bari).


commenti

E tu cosa ne pensi?