Consiglio comunale: tutto rimandato. Nessuna data per il monotematico

Il presidio della giunta sulla 172 rimane, non ci sono novità di sorta, se non le motivazioni del rigetto del ricorso da parte del Tribunale del Riesame. Se ieri ci si sarebbe aspettati di vedere un Consiglio compatto nel chiedere una rapida soluzione del problema, si è assistito a cinque ore di feroce discussione, che si sono conclusi in un nulla di fatto, dimostrando in qualche manierà la scarsa utilità di un Consiglio che non solo non ha saputo prevenire o intervenire prima che si arrivasse all’emergenza, ma che ora, in piena emergenza, cerca di sfruttare elettoralmente la situazione. Dopo il sequestro del depuratore e della strada, il Pd annunciò la volontà di fare un consiglio monotematico sull’argomento che, dal punto di vista dell’ammuina sarebbe sicuramente stato efficace, ma da quello pratico, ben poco. Il monotematico, infatti, è aperto alla presenza di esterni, ognuno avrebbe detto la sua e poi tutti felici e contenti, senza aver, nei fatti, fatto un passo avanti. Non solo, ma nelle recentissime discussioni in maggioranza, il Pd avrebbe voluto impedire la partecipazione dei movimenti e dei comitati che da sempre denunciano la gravissima situazione del recapito finale del depuratore di Martina Franca. Probabilmente avrebbero voluto solo sentire la Regione, l’Anas, l’Aip e l’AQP, dimenticando però che sia Anas che AQP sono indagati dal pm Marazia. Proprio questo è il nodo più difficile da sciogliere: Anas deve mettere in sicurezza la strada perchè venga dissequestrata, ma Anas deve pure pensare a difendersi dalle accuse mosse dalla Procura di Taranto. Come si scioglie questo nodo?

Nel frattempo il progetto del recapito finale sembra andrà finalmente a VIA, con una corsia preferenziale determinata proprio dal disagio che sta vivendo il territorio. Secondo logica, la strada non potrà mai essere riaperta prima che si completi il progetto del recapito finale. Ci potrebbe volere più tempo del previsto.

(fonte foto: noinotizie.it)

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.