Abbandono di rifiuti, a Ceglie Messapica cittadini immortalati dalla videosorveglianza

/ Autore:

Cronaca, Società



Continua incessante l’azione di contrasto della Polizia Locale di Ceglie Messapica nei confronti di coloro che abbandonano i rifiuti sul territorio comunale. L’ultimo in ordine di tempo ad “incappare” nelle maglie dei controlli è stato un cittadino brindisino sorpreso a depositare rifiuti ingombranti presso i cassonetti situati vicino alle grotte di Montevicoli, recentemente acquisite dal comune.

Il predetto, tale A.C. , di Brindisi, a bordo della propria autovettura si infilava nella stradina che conduce alle grotte e depositava in tutta fretta il proprio carico di rifiuti ingombranti, allontanandosi subito dopo. Purtroppo per lui, veniva notato da alcune persone ed immortalato dalle telecamere di videosorveglianza comunale. Allertata immediatamente la Polizia Locale, in pochi minuti l’individuo veniva identificato, invitato presso il Comando, sanzionato e costretto a riprendersi i rifiuti abbandonati precedentemente.

Altro episodio di alcuni giorni fa riguardante un commerciante di prodotti ittici di Ostuni che sistematicamente, dopo aver partecipato al mercato settimanale di San Michele Salentino, depositava i residui del proprio lavoro, compresi materiali non riciclabili, presso la postazione di contrada “Gaetano Oliva Natalicchio”. Dopo un breve appostamento del personale della Polizia Locale e del comandante Cataldo Bellanova, l’individuo veniva sorpreso in flagranza, identificato, sanzionato e costretto a ricaricare tutto il materiale depositato nei cassonetti.

All’interno del centro abitato, invece, sempre grazie al sistema di videosorveglianza comunale, è stata sanzionata una signora che quasi tutti i giorni, scaraventava l’umido sulla pubblica via dal balcone del primo piano della proprio appartamento.
In un’altra circostanza è stato identificato e sanzionato un autista di Villa Castelli che, dopo aver caricato le olive dai commercianti cegliesi, imbrattava la pubblica via col materiale trasportato.


commenti

E tu cosa ne pensi?