Penalizzazione Martina. Tilia: “Sconcertante”

/ Autore:

Calcio, Sport



Non si fa attendere la reazione del presidente Luca Tilia alla sentenza con la quale si condanna il Martina ad un punto di penalizzazione (facendola andare a parimerito con l’Ischia) e la multa di 3.500 euro, oltre ai tre mesi di inibizione per lo stesso presidente. Come è ormai consuetudine, Tilia ribadisce gli sforzi fatti dalla società, soprattutto per risanare la situazione lasciata da Massimiliano Lippolis.

“Con immani sforzi economici – dichiara il presidente Tilia – stiamo mantenendo fede agli impegni assunti e ad onorare anche i contratti onerosi riconducibili alla scellerata, scriteriata e fallimentare gestione targata Massimiliano Lippolis. Abbiamo sanato e stiamo sanando una situazione debitoria disastrosa per una piazza come Martina Franca. Ringrazio l’imprenditore Stefano Scatigna della DueEsse per il sostegno fornito in questa improba missione. Passando al campo mi dichiaro fortemente insoddisfatto della prestazione indecente ed indecorosa fornita a Rieti dalla squadra che mi auguro dimostri fino al termine della stagione di voler ripagare gli enormi sforzi profusi e di meritare la fiducia concessa da parte dell’intera società martinese. Ci siamo impegnati e ci stiamo tuttora impegnando per rimediare alla truffa sportiva che ci è stata propinata, ma è chiaro che ora la palla passa al campo per conquistare l’agognata salvezza. Sottolineo, infine, che è sconcertante il dispositivo della sentenza emessa dal Tribunale Nazionale Federale che ha inflitto un punto di penalizzazione al Martina in merito al pagamento degli emolumenti di novembre e dicembre pur avendo ottemperato ai pagamenti nei tempi utili. Evidentemente pagare in regola non va bene. Al riguardo, non ci fermiamo qui, solleveremo un ricorso al Collegio di Garanzia per far valere i nostri diritti e farci restituire quello che impropriamente ed immeritatamente ci è stato sottratto”.


commenti

E tu cosa ne pensi?