Ceglie Messapica: “San Raffaele”, ancora incertezze per gli 11 lavoratori a rischio. 1 Maggio giornata cruciale?

/ Autore:

Società


Ancora nessun accordo, nemmeno dopo la riunione tra i vertici del presidio ospedaliero “San Raffaele” ed i sindacati. Gli undici lavoratori della mensa rischiano ora di perdere seriamente il posto di lavoro il 1 Maggio, oltre il danno la beffa. Da quella data infatti il servizio mensa sarà internalizzato e per gli undici lavoratori che da anni lavorano all’interno della struttura è ormai una lotta contro il tempo. La riunione che aveva come obiettivo di stringere i tempi per un accordo in realtà si è trasformata in un nulla di fatto. Durante la riunione il segretario generale Fisascat Cisl Brindisi – Taranto e Vincenzo Zaccaria della Uiltucs hanno fatto il punto della situazione ai lavoratori del servizio mensa, spiegando nel dettaglio la proposta dei vertici del presidio ospedaliero, nuova assunzione, normative regolate dal Jobs Act e riduzione delle ore lavorative del 15%. Su queste basi i sindacati, come già ribadito più volte, non trattano, soprattutto perché con questi nuovi termini gli undici lavoratori impegnati fino ad oggi nella mensa del presidio ospedaliero perderebbero i diritti di anzianità di servizio.
A detta dei sindacati la situazione è diventata ancora più tesa per l’atteggiamento dei vertici del presidio che hanno quasi imposto ai lavoratori di accettare o meno le nuove condizioni entro il 26 Aprile, data stabilita anche per il tavolo istituzionale in Provincia. Sulla questione è intervenuto anche il segretario del Partito Democratico di Ceglie Messapica, che ha ribadito l’interesse per la vicenda, che continuerà ad essere seguita con massima attenzione anche concretamente fino a quando la vertenza degli undici lavoratori non sarà risolta. Vani anche i tentativi di limare le distanza da parte dei sindacalisti subito dopo la riunione. La parti restando dunque distanti e i tempo a disposizione per un accordo sono davvero brevi. Entro il 1 Maggio si cercherà di arrivare ad una conclusione favorevole della vicenda, che i sindacati proveranno a sbloccare anche nelle prossime ore.

commenti

E tu cosa ne pensi?