Martina Franca. Tre sessioni in una settimana: torna il consiglio comunale

/ Autore:

Politica, Società


Nei prossimi giorni si terranno a Martina Franca ben tre consigli comunali. Si parte oggi alle ore 18:30, con una seduta di aggiornamento dei lavori del Consiglio Comunale. Il presidente Donato Bufano ha infatti comunicato l’aggiornamento dei lavori iniziati nella seduta straordinaria del 3 maggio 2016, col riconoscimento legittimità di diversi debiti fuori bilancio, derivanti da sentenze esecutive di Commissione Tributaria Provinciale di Taranto, Giudice di Pace di Martina Franca e Tribunale di Taranto su diverse controversie promosse dai cittadini contro il comune di Martina Franca.

Fra due giorni si ritornerà fra i banchi, con una sessione ordinaria alle ore 16:00 in seduta pubblica di prima convocazione, ed eventualmente, in seduta di seconda convocazione nel medesimo luogo il giorno 13 maggio 2016, alle ore 17.30, per discutere l’approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio 2015 ai sensi dell’art. 227.

Terza ed ultima sessione il 17 maggio 2016, presso la Sala Consiliare, con inizio alle ore 16.00, in seduta pubblica di prima convocazione, ed eventualmente, in seduta di seconda convocazione nel medesimo luogo il giorno 19 maggio 2016, alle ore 16.00, per trattare i seguenti argomenti:

  • Leggi 19.04.1962 n. 167, 22.10.1971 n. 865 e 08.08.1978 n. 457 – determinazione quantità e qualità delle aree fabbricabili da destinarsi a edilizia residenziale pubblica e/o ad attività produttive e fissazione del relativo prezzo di cessione
  • Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari comunali per l’anno 2016 ai sensi dell’art. 58 del d.l. 112/2008, convertito in l. 133/2008
  • lgs. 18 aprile 2016 n. 50 e d.m. del ministero delle infrastrutture e dei trasporti 24 ottobre 2014. approvazione del programma triennale 2016/2018 e dell’elenco annuale 2016
  • Documento unico di programmazione (u.p.)
  • Approvazione del bilancio di previsione finanziario 2016-2018 (art. 151 del d.lgs. 267/2000 e art. 10 del d.lgs. n.8/201;

commenti

E tu cosa ne pensi?