VdIB in serie C, parla il presidente Schiavone: “Annata balorda”

Dopo la retrocessione in Serie C della DueEsse, è il Presidente Schiavone a tracciare un bilancio tra prima squadra e settore giovanile. Di seguito nota del club bluarancio:

La delusione di gara 3 è ancora viva e forte in casa DueEsse Basket Martina, alle prese con una retrocessione che costringerà i blu-arancio ad abbandonare la Serie B dopo 7 anni per ripartire dalla C. Ma il futuro è lontano e il presente serve principalmente ad analizzare i motivi e riflettere sui perché di un risultato negativo che la società martinese ha provato fino alla fine a scongiurare, senza però riuscirci. Ci ha creduto all’unisono tutto l’ambiente, a cominciare dall’intero staff tecnico e dirigenziale con in testa il Presidente Marcello Schiavone che afferma come la sconfitta di Porto Sant’Elpidio sia stata, in un certo senso, decisiva per le sorti della DueEsse. “Una trasferta preparata nel migliore dei modi già dal sabato, – dichiara il numero uno del sodalizio martinese – ma che anziché premiare i nostri sforzi sforzi ci ha visto soccombere immeritatamente, precludendoci la possibilità di giocarci i playout con il fattore campo a favore. Alla fine ci è toccato un avversario come il Valmontone che, grazie agli innesti in corsa di Bisconti e Martino, si è dimostrata essere una compagine da playoff e fuori portata per noi”.

Certamente è stata una stagione poco fortunata per il Martina, a cominciare dai numerosi infortuni avuti durante tutto l’arco del campionato, fino ad arrivare agli avvicendamenti in corso d’opera tra campo e panchina che hanno stravolto la fisionomia del roster e minato determinate certezze: “sin dal principio la nostra stagione è apparsa in salita, e dopo anni di B in cui eravamo abituati bene ci è capitata la classica annata balorda, rischio inevitabile nello sport di squadra e non (Virtus Bologna docet, ndr). La colpe sono da condividere con tutti ma detto questo bisogna accettare il verdetto del campo e fare tesoro degli errori per ripartire”.

Nonostante il triste epilogo, il Presidente Schiavone desidera sottolineare i meriti e gli sforzi di chi, da sempre, contribuisce a tenere in auge il basket martinese. “Mi preme ringraziare tutti coloro i quali hanno reso grande il basket a Martina e chi continuerà a farlo. Un ringraziamento doveroso va in primis alla famiglia Scatigna, dal Patron Stefano a tutta la DueEsse, e ai grandi e piccoli sponsor che ci permettono di proseguire imperterriti. Grazie ai soci del direttivo, al DS Valzani, al Team Manager Liuzzi, al Dirigente Accompagnatore Valentini e ai membri dello staff tecnico, fisico e della comunicazione. Fondamentale, inoltre, l’opera dell’amministrazione comunale a cui va tutta la nostra gratitudine per la grandissima disponibilità offerta nell’utilizzare la struttura del Pala Wojtyla. E naturalmente un grazie agli appassionati e tifosi, fino alla fine vicini alla squadra”.

Dalle amarezze ai successi il passo è breve, e i risultati ottenuti dal settore giovanile arancio-blu ne sono la riprova: “fortunatamente i nostri ragazzi del settore giovanile ci rendono orgogliosi. Merito dell’ottimo lavoro svolto dallo staff tecnico di Andrea Pettenuzzo, in collaborazione con la Pallacanestro Crispiano e la Polisportiva Martina del prof. Gianfranco Cito. In ultimo, desidero complimentarmi con la società dell’Amatori Martina per il passaggio di categoria in Promozione. Rinnovando l’ipotesi di un eventuale collaborazione futura, sulla falsariga di quanto avvenuto anni fa tra la Basket School e Di Bello, e relativa al doppio tesseramento di atleti che non trovano sufficiente spazio nella principale compagine martinese”.

Un futuro tutto da scrivere, dunque, ma per cui sarà doveroso attendere i prossimi mesi in merito alla definizione dei nuovi programmi e strategie della Martina cestistica.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.