Parco Via Leone XIII, Fratelli d’Italia: “Area poco sicura, in primis per i bambini”

Pochi giorni dopo l’inaugurazione della nuova area verde di Via Leone XIII, la sezione di Martina Franca di Fratelli d’Italia interviene su Facebook con un post nel quale rileva a suo dire una situazione di potenziale pericolosità per i cittadini, bambini in primis:

A distanza di pochi giorni dalla inaugurazione in via Leone XIII di un nuovo Parco Giochi , avvenuta sabato 14 maggio alla presenza del Sindaco e di altri amministratori comunali, ai quali si riconosce e si da atto della volontà positiva di aprire spazi verdi e di bonificare aree dismesse con la realizzazione di un impianto per la raccolta delle acque reflue (qui si aprirebbe un altro capitolo negativo per questa amministrazione e rinviamo la discussione in seguito sui costi sostenuti sproporzionati per la realizzazione dell’impianto ,e considerato che non funziona come dovrebbe si crea un acquitrino insalubre e un habitat naturale per insetti ,rettili e anfibi).

Ma si deve purtroppo registrare che l’area in questione costituisce già un grave pericolo per l’incolumità dei bambini, dei ragazzi e anche dei genitori che li accompagnano. Infatti, per accedervi è necessario attraversare un’arteria stradale e un incrocio intensamente trafficato anche da mezzi pesanti , in corrispondenza dell’unico ingresso al Parco Giochi in via Leone XIII in prossimità della curva e relativo incrocio con via Taranto, dove è assente una segnaletica stradale adeguata e delle strisce pedonali per consentirvi un accesso tranquillo. Inoltre,denunciamo pubblicamente che il bassissimo muretto a secco che delimita l’area del parco giochi ,non è dotato di una recinzione adeguata e viene puntualmente scavalcato dai bambini e ragazzi ogni qualvolta un pallone finisce sulla strada statale.

Consideriamo grave questa situazione e riteniamo che se gli Amministratori di Martina Franca non siano in grado di rendere sicura e agibile un’area dedicata ai più piccoli, e non essendo in grado di proteggere i frequentatori dai pericoli eventuali del traffico e tra l’altro del relativo smog, forse non avrebbero dovuto nemmeno proporre l’ubicazione in questa parte della città. Fiduciosi nel buon senso e nella diligenza del buon padre di famiglia,siamo sicuri che saranno loro stessi a risponderne di questa scelta sbagliata con una chiusura temporanea per porvi rimedio (guardiano,cartelli,recinzioni,passaggio pedonale,ingresso laterale). In mancanza di un intervento tempestivo saremo costretti come forza politica cittadina a segnalare la pericolosità del Parco Giochi all’Autorità Giudiziaria.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.